Ztl notturna e Coronavirus stangata per le aziende, Assoimpresa: "Siamo al baratro"

Il presidente Attinasi ha riunito la giunta dell’associazione per fare il punto sulle condizioni delle attività commerciali in città: "Orlando e Catania escano dai palazzi e si confrontino con la città o a pagarne le conseguenze saranno tutti i palermitani"

"Le aziende palermitane sono sull'orlo del baratro: il turismo cola a picco per l'emergenza Coronavirus, i locali sono vuoti e la Ztl notturna è la mazzata finale che colpisce i commercianti onesti che pagano le tasse e mettono in regola i dipendenti. Orlando e Catania si facciano un giro in centro storico e troveranno i locali desolatamente vuoti". Lo dice il presidente di Assoimpresa, Mario Attinasi, che ieri ha riunito la giunta dell’associazione per fare il punto sulle condizioni delle attività commerciali a Palermo. attinasi (confersercenti): “via roma, sulla pedonalizzazione preoccupante marcia indietro”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Coronavirus ha già iniziato a produrre effetti nefasti sull'economia nazionale e locale - continua Attinasi - e la recessione è ormai dietro l'angolo. Ma di fronte a un quadro così drammatico, l'amministrazione comunale anziché aiutare le imprese decide di affossarle con la Ztl notturna partita senza la giusta informazione e senza servizi , che penalizza chi rispetta le regole e favorisce gli abusivi, a cui aggiungere un regolamento Dehors che ha recepito poco o nulla delle richieste dei commercianti lasciando il settore nel caos. Assoimpresa però non resterà a guardare: siamo pronti alla mobilitazione e alla convocazione di assemblee pubbliche per denunciare una situazione ormai esasperante. Orlando e Catania escano dai palazzi e si confrontino con la città o a pagarne le conseguenze saranno tutti i palermitani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento