Ztl notturna, i commercianti si oppongono: "L'amministrazione non ci ascolta"

Confesercenti prende posizione: "Sulla lotta all'inquinamento non sembra ci siano stati grandi risultati, il rischio è di andare incontro ad una desertificazione del centro"

"Le associazioni restano ancora una volta inascoltate. L'amministrazione comunale ha annunciato che la Ztl notturna partirà a dicembre nonostante le richieste di chi rappresenta il tessuto produttivo di Palermo". A dichiararlo è il responsabile dell'Area Produzione di Confesercenti, Nunzio Reina, che aggiunge: "Non è ancora chiaro il reale motivo di questa Ztl. Ribadiamo che sulla lotta all'inquinamento non sembra ci siano stati grandi risultati e che, a nostro parere, cercare di contrastare i problemi della movida limitando ulteriormente la circolazione, non vuol dire educare il cittadino, ma soltanto fare cassa. Sarebbe forse il caso, piuttosto, di aumentare i controlli in strada e di potenziare il numero di uomini e mezzi".

"Si va incontro ad una desertificazione già gravemente avviata dalla Ztl diurna - aggiunge Francesca Costa, presidente di Confesercenti Palermo -. Ricordiamo che molte aree del centro storico sono rinate e sono finalmente diventate più sicure grazie alla presenza dei locali e, di conseguenza, degli utenti. Bisogna far rispettare le leggi e le regole già esistenti, senza mettere in ulteriore difficoltà chi fa impresa in questa città. Tra l'altro - sottolinea Costa - così facendo la movida si sposterà in zone più accessibili. E a quel punto saranno chiuse altre aree?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad intervenire è anche il vice presidente vicario e responsabile dell'Area Commercio di Confesercenti Palermo, Massimiliano Mangano: "Paghiamo già le conseguenze della Ztl diurna, non si può penalizzare anche chi lavora negli orari serali e notturni a Palermo. Tra cantieri, doppio senso in via Roma e Zona a traffico limitato, le attività continuano a chiudere nel centro storico, che dovrebbe essere il cuore pulsante di questa città'".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento