Confcommercio, Di Dio: "Siamo contro la Ztl fatta così"

Il presidente: "Ma diciamo 'no' anche alla protesta incivile. Esecrabile il comportamento violento"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con riferimento alla manifestazione di questa mattina, contro il provvedimento di Zona a Traffico Limitato, la presidente di Confcommercio Palermo afferma: “Apprendiamo che nel corso della protesta di questa mattina contro la Ztl alcuni esercizi commerciali sono stati obbligati dai manifestanti ad abbassare le saracinesche con metodi lontani dalle forme civili di dissenso”.

Confcommercio Palermo, che non ha partecipato come annunciato per evitare qualsiasi forma di strumentalizzazione, pur comprendendo bene il malessere, il grave disagio e la rabbia di cittadini e commercianti rispetto ad un provvedimento come questa forma di Ztl che evidenzia limiti oggettivi sia alla libertà di circolazione che all’accessibilità di clienti all’area del centro storico, tuttavia considera esecrabile il comportamento di taluni, che hanno protestato in modo incivile, e condanna ogni forma di violenza verbale e fisica, che paradossalmente si è indirizzata contro  le stesse attività commerciali”. 
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento