Diventerà bellissima fa visita alle officine dell'Ast: "Azienda rilanciata da governo regionale"

Lo affermano Gabriele Dolce e Valeria Cerniglia, esponenti del partito che fa riferimento al governatore Musumeci: "Lavoratori motivati, nuova vita per un capannone abbandonato da decenni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Siamo stati in visita presso le officine dell’Ast di Palermo, tra le più grandi della regione, per constatare in prima persona l’impegno e la professionalità di chi lavora per il rilancio di un'azienda a totale partecipazione pubblica, che oggi muove i suoi passi verso l’eccellenza. E' questa l’impressione che abbiamo avuto appena giunti in quello che per decenni è stato un capannone abbandonato e che adesso vive una nuova vita, contribuendo attivamente al recupero di un’azienda per anni dimenticata dalle istituzioni".

Lo affermano gli esponenti di Diventerà Bellissima, Gabriele Dolce e Valeria Cerniglia, i quali proseguono: “Lavoratori dediti alle proprie mansioni con forte motivazione, convinti decisamente che il cambio di rotta, già evidente, potrà trascinare l’azienda verso l’eccellenza del servizio di trasporto pubblico. Parte proprio da loro il risanamento concreto dell’Ast, grazie al senso di marcia impresso dal presidente Gaetano Tafuri e dal direttore generale, Ugo Figuccia, i quali hanno internalizzato vari servizi, comprese le officine, imprimendo così una sterzata al risanamento dei conti".

Inoltre, gli utili sono stati reinvestiti "in nuovi mezzi che da oggi sono più sicuri e si sono affidati alla professionalità degli operatori interni. Anche la tempistica degli interventi sugli automezzi, che prima duravano almeno un settimana, è stata ridotta a pochi giorni, consentendo in questo modo agli autobus di essere nuovamente in strada in breve tempo. Insomma - concludono Dolce e Cerniglia - un’azienda sana e in forte crescita nella quale manager, operatori, tecnici e maestranze consci delle proprie responsabilità, plaudono alla nuova consapevolezza aziendale. Possiamo soltanto ringraziare questi lavoratori che ci hanno fatto conoscere una magnifica eccellenza siciliana".

..

Torna su
PalermoToday è in caricamento