Ecatombe commercio, chiude Geox in via Notarbartolo: è allarme caro-affitti

Non solo Rinascente. Il marchio di calzature pronto a dire addio a uno dei punti vendita. La Uiltucs Sicilia: "I sei dipendenti sono salvi ma emerge il problema delle locazioni"

Chiude il negozio Geox in via Notarbartolo. Lo comunica la Uiltucs Sicilia, che ha incontrato l’azienda e al termine del confronto è riuscita a salvare i sei dipendenti. La chiusura è prevista per il prossimo 10 ottobre, ma la società ha dato la disponibilità a trasferire il personale negli altri tre punti vendita attivi, consentendo ai lavoratori anche di scegliere la sede più vicina in base alle proprie esigenze familiari e personali e garantendo parità di condizioni contrattuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia, lancia l’allarme: “Siamo certamente soddisfatti per la salvaguardia dei livelli occupazionali e l'intesa con l'azienda – dice – ma ancora una volta, come nel caso di Rinascente, assistiamo a una vetrina storica e importante costretta a chiudere per l’impossibilità di rinegoziare l’affitto con il proprietario. Questo problema era già esistente prima del Covid – spiega Flauto – ma è chiaramente esploso in tutta la sua drammaticità dopo la pandemia. Abbiamo notizia di aziende che sono riuscite a ottenere persino la sospensione del canone durante il lockdown, mentre altri proprietari purtroppo non hanno avuto la stessa sensibilità e addirittura talvolta preferiscono lasciare i locali sfitti piuttosto che rivedere il canone. Adesso ci risulta che altri negozi stiano accusando lo stesso problema. Auspichiamo che venga sempre data la massima attenzione al personale e che si possano trovare i giusti correttivi dal punto di vista legislativo per evitare di incidere negativamente sull’economia siciliana già tremendamente martoriata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento