menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fincantieri, presidio lavoratori Picchettini e Spavesana

Fincantieri, presidio lavoratori Picchettini e Spavesana

Vertenza indotto Fincantieri, lavoratori in presidio davanti alla sede

Il segretario Cgil Mario Ridulfo con la Fiom ha incontrato gli operai della Picchettini che dai primi di novembre si trovano fuori dal ciclo produttivo del Cantiere Navale di Palermo a causa dell'interdittiva prefettizia che ha investito la Cooperativa

Questa mattina la Cgil di Palermo ha incontrato assieme alla Fiom i lavoratori delle cooperative Picchettini e Spavesana, indotto storico di Fincantieri. Il neo segretario generale della Cgil di Palermo, Mario Ridulfo, come primo impegno ha voluto manifestare solidarietà e vicinanza ai lavoratori che da settimane sono in presidio permanente davanti allo stabilimento Fincantieri di Palermo, per chiedere il rientro  al lavoro.

"Chiediamo al  prefetto di  convocare il tavolo con tutte le parti interessate alla rioccupazione dei lavoratori della Picchettini, come viene richiesto unitariamente dai sindacati ormai da settimane. È solo in quella sede che ci sono gli strumenti e si possono trovare soluzioni per tutti i lavoratori". A dichiararlo sono il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo, congiuntamente ad Angela Biondi e Francesco Foti, della Fiom di Palermo, e alle Rsu  Fiom di Fincantieri, Serafino Biondo e Davide Vitale.

I lavoratori della Picchettini  dai primi di novembre si trovano  fuori dal ciclo produttivo del Cantiere Navale di Palermo a causa dell'interdittiva prefettizia che ha investito la Cooperativa. “Il prefetto valuti qualunque soluzione possa essere utile a tutelare tutti i posti di lavoro, senza escludere ogni strumento messo a disposizione delle vigenti normative in materia – aggiungono i segretari  di  Cgil Palermo e  Fiom assieme alle Rsu  - Alla Cooperativa Spavesana, in amministrazione giudiziaria, vanno invece garantiti carichi di lavoro da parte di Fincantieri per la continuità produttiva e la salvaguardia dei livelli occupazionali, così come prevede la normativa per le aziende sequestrate”.

I sindacati di categoria sono in attesa della riconvocazione del tavolo permanente già istituito in Prefettura, per conoscere i carichi di lavoro che Fincantieri assegnerà alla Spavesana per la continuità occupazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento