Vertenza Asu, Cisal a Scavone: "Subito la stabilizzazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La vicenda dei 5.200 Asu della Regione Siciliana va avanti da troppo tempo: una vicenda indegna di un Paese civile e a cui è ora di dire basta. Chiediamo l’immediato avvio della stabilizzazione dei lavoratori e siamo contenti che anche il governo Musumeci intenda andare in questa direzione”. Lo dicono Giuseppe Badagliacca e Gianluca Cannella del Csa-Cisal, al termine dell’incontro di oggi tra le organizzazioni sindacali e l’assessore regionale al Lavoro Antonio Scavone. “Il governo ha finalmente chiarito di volere stabilizzare gli Asu – dice il sindacato – fissando la storicizzazione della spesa fino al 2038, favorendo un maggiore esodo, assicurando una proroga fino al 2022 e la mobilità inter-aziendale. Adesso ci aspettiamo che dalle parole si passi ai fatti concreti”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento