Vaccini, Fisac Cgil Sicilia: "Priorità per i lavoratori del credito a contatto col pubblico"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Fisac Cgil Sicilia ha scritto al presidente della regione e all’assessore alla Salute per chiedere che “nel calendario vaccinale sia
data priorità ai lavoratori di banche e assicurazioni, a partire da quelli che hanno contatto col pubblico”. “La legge – dice la nota della
Fisac- individua questo personale come lavoratori essenziali, soggetti a regole precise ad esempio per quanto riguarda il diritto di sciopero. Tuttavia questi stessi lavoratori oggi non vengono tutelati sotto il profilo del diritto alla salute”. Il sindacato rileva che nella sola Intesa- San Paolo si conta un morto per Covid19, a Caltagirone”. La Fisac rileva che “soprattutto chi sta agli sportelli è tra le categorie più esposte”. Il sindacato chiede all’assessore alla Salute Razza un incontro per rappresentare la situazione e chiedere “un calendario vaccinale improntato all’equità”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento