Turismo piegato dal Coronavirus, consegnata alla Regione la conta dei danni

Guide Turistiche Italiane: "Si tratta di perdite che per ogni singola guida vanno dai 1.600 ai 2.000 euro per ogni tour cancellato in programma tra fine febbraio e marzo"

Perdite che per ogni singola guida vanno dai 1.600 ai 2.000 euro per ogni tour cancellato in programma tra fine febbraio e marzo; 1.600/2.000 nello specifico dei gruppi stranieri; 3mila euro nel caso delle scolaresche in uscita dalla Sicilia; 700/800 euro per quelle che avrebbero dovuto fare gite in Sicilia. E' il report portato da Alessandro Troia, referente per la Sicilia di GTI, Guide Turistiche Italiane, al tavolo regionale tenutosi stamattina, indetto dall'assessore competente, Manlio Messina.

"Per la maggior parte - è la considerazione di Troia - siamo lavoratori autonomi, cioè con Partita Iva. Il danno per il turismo, non è solo per le strutture è anche per noi, che per contro non abbiamo tutele". Un aspetto che anche i vertici nazionali di GTI hanno portato venerdì all'attenzione del Ministro MiBact, Dario Franceschini, nell'incontro con tutte le sigle da lui convocato per arrivare alla definizione di un pacchetto di misure. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come GTI - rileva Troia - ringraziamo l'assessore Messina per la lungimiranza del summit, considerando che la nostra non è una Regione che, al momento, presenta focolai. Confidiamo che si possa agire in maniera preventiva. Alla Regione chiediamo ovviamente provvedimenti anche per noi liberi professionisti, che garantiamo, col nostro lavoro, fatto di competenze, la divulgazione della bellezza e della storia del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Coronavirus, come ordinare da mangiare a domicilio: la lista delle attività a Palermo e provincia

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

  • Riempiono i carrelli della spesa ma non vogliono pagare, ressa al Lidl di viale Regione

Torna su
PalermoToday è in caricamento