menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Termini Imerese, il grande giorno: riapre l'ex Fiat

Si spalancano i cancelli per far entrare a lavoro i primi 20 lavoratori. Si tratta degli operai del settore engineering. Lo stabilimento Blutec entrerà a regime entro l'anno con l'impiego 250 dipendenti

A suo modo è un giorno storico. Lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese dopo cinque anni di cassa integrazione riapre i cancelli per far entrare a lavoro i primi 20 lavoratori. Si tratta degli operai del settore engineering. Porte di nuovo aperte dalle 9. Si occuperanno della produzione di componentistica per auto, un progetto con un investimento di 95,8 milioni, di cui 71 concessi dallo Stato e dalla Regione

Sono stati cinque anni di lotte, proteste, incertezze, schiaffi e speranze. Fino a oggi. I cancelli erano chiusi dal 24 novembre 2011. E per festeggiare l'evento - che non a caso coincide col giorno successivo alla Festa dei Lavoratori - sul posto si è radunata una folla di curiosi, abitanti del paese, giornalisti e troupe tv. Oltre ai lavoratori e le parti sociali, presente anche il sindaco di Termini Imerese Totò Burrafato. I lavoratori continueranno la formazione di mattina e saranno impegnati nel pomeriggio dalle 14 alle 18. Terminata la formazione passeranno a tempo pieno.

Nel corso dell’ultimo incontro al Mise, Blutec aveva annunciato l’ingresso dei primi 40 addetti entro le prime settimane di maggio, da metà luglio gli addetti agli allestimenti speciali, da ottobre per la chimica e da dicembre gli addetti al cosiddetto lighting la realizzazione dei fari, per giungere ad un numero di 250 dipendenti entro l’anno. Dopo la verifica con la Corte dei Conti,  potrà essere firmato il cofinanziamento regionale al progetto Blutec per 72 milioni di euro con Invitalia e l’azienda al Mise e sbloccare così i primi 20 milioni in tempi brevi. L'obiettivo è raggiungere il pieno impiego della forza lavoro entro il 2018, quando la produzione delle autovetture sarà a regime. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento