I Cammini siciliani attraggono turisti: sulla Magna Via aumentano le strutture ricettive

Lungo il percorso, che da Palermo ad Agrigento, dal 2013 ad oggi i posti letto sono passati da 226 a 582. I dati sono stati presentati a Bagheria in occasione della Borsa del turismo extra-alberghiero

I Cammini a piedi in Sicilia e in particolare la Magna Via che va da Palermo ad Agrigento attraggono turisti. La presenza di pellegrini lungo quest'ultimo percorso, inaugurato nel 2017, che si estende per 180 chilometri e attraversa 20 comuni di quattro diverse province ha fatto sì che le strutture ricettive siano aumentate: nei comuni di Altofonte (Pa), Castronovo (Pa), Acquaviva Platani (Cl), Campofranco (CL), Comitini (Ag) sono passate da 26 (nel 2013) a 57 (nel 2019) e i posti letto da 226 a 582.

I dati relativi alla ricerca ospitalità in Sicilia lungo le Vie Francigene sono stati presentati questa mattina a Villa Cattolica, a Bagheria, nel corso del convegno “Cammini e ospitalità” promosso dalla Regione e organizzato da Terre di mezzo editore in occasione della Borsa del turismo extra-alberghiero. Negli ultimi tre anni sono oltre 3mila i camminatori, con una permanenza media sul territorio di 11 giorni, 74 le strutture ricettive convenzionate nella rete delle accoglienze e una stima di 2 miliardi di euro il flusso economico generato sul territorio. 

Sulla Magna Via da meno di qualche decina di presenze registrate nel 2016, si è passati ad oltre 1300 del 2018, mentre nel 2019 (gennaio-ottobre) il cammino è già stato percorso da 1.250 pellegrini. Sulla base dei dati relativi alle credenziali richieste, il flusso globale di pellegrini sulle Vie Francigene di Sicilia nel triennio 2017-19 si può stimare intorno alle 3.500 unità. Dei camminatori, l’89% sono italiani, l’8% provengono da altri paesi europei e prevalentemente da Germania Francia e Regno Unito, l’1,6% provengono da paesi extraeuropei e principalmente da Usa e Brasile. La metà dei camminatori ricade nella fascia di età compresa tra i 41 e i 65 anni, e il 37% di essi sono donne. Le attività di studio e ricerca storica che hanno portato alla strutturazione delle Vie Francigene di Sicilia sono cominciate nel 2009 e sono a cura dell'Associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia; le prime verifiche sul campo risalgono al 2011 lungo la Via Palermo-Messina, la Magna Via Francigena, la Via Francigena Fabaria e la Via Francigena Mazarense.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento