Stato d'agitazione dei lavoratori della coop "Sviluppo solidale": sit nei giorni 26/27/28 ottobre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I lavoratori della Coop Sviluppo Solidale, non avendo ottenuto il rimborso delle mensilità arretrate che ammontano ormai a circa oltre un anno di mancati pagamenti, sono in sciopero dal 13/10/2020. Negli incontri avuti con la Coop ed anche con la mediazione dell'Assessore Dr. Mattina, si è cercato di addivenire ad un accordo di rientro del debito accumulato verso i lavoratori per scongiurare lo stato di agitazione. Pur avendo ricevuto, in tali incontri, disponibilità da parte della Coop ad addivenire ad una soluzione concordata, anche grazie all'intercessione dell'Assessore Dr. Mattina, nei fatti non si è ottenuto alcuna proposta di rientro del debito, tranne il versamento di un semplice acconto, e non si è ottenuto, pur promesso, un resoconto debitorio per ogni singolo lavoratore, strumento necessario per confrontare i crediti vantati dai dipendenti. Ad oggi nessuna comunicazione ci è pervenuta da parte della Coop, che a questo punto, presumiamo, e ci auguriamo di sbagliare, che questo atteggiamento nasca dalla convinzione che il confronto con i lavoratori e chi li rappresenta sia superfluo. A causa di tutto quanto sopra espresso, nell'ambito dell'attuale sciopero in corso, comunichiamo di aver provveduto ad avvisare la DIGOS della Questura di Palermo che attueremo i seguenti sit in di protesta: Giorno 26 ottobre 2020 sit in presso la Sede Sociale della Coop. Giorno 27 ottobre 2020 sit in presso la Sede del Comune di Palermo Giorno 28 ottobre 2020 sit in presso la Sede della Presidenza della Regione Siciliana Rimaniamo, come sempre, disponibili ad ogni confronto con la coop e le parti istituzionali con l'obiettivo di trovare una soluzione concordata utile a rendere la “dignità” tolta ai lavoratori. Cordiali saluti La Segreteria Regionale Sinalp Dr. Andrea Monteleone

Torna su
PalermoToday è in caricamento