menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sivibus, i licenziamenti per tutti i lavoratori ora sono ufficiali: continua lo sciopero

Il caso dell’azienda che si occupa della manutenzione dei mezzi dell’Amat. I sindacati: "Chiederemo all’amministrazione comunale di fare chiarezza"

I sindacati Fiom e Uilm provinciali, insieme alla Uiltucs, hanno ricevuto oggi le raccomandate con cui la Sivibus - l’azienda che si occupa della manutenzione dei mezzi dell’Amat - apre le procedure di licenziamento per tutti i lavoratori (40 in tutto), metalmeccanici e del commercio. “Agli assessori Marano e Catania, nell'incontro, di due giorni fa, abbiamo chiesto l’attivazione delle clausole di salvaguardia per i lavoratori della Sivibus”, dichiarano Angela Biondi e Vincenzo Comella, segretari generali di Fiom e Uilm Palermo. licenziati tutti i dipendenti Sivibus, l’Amat in emergenza

Martedì l’azienda, infatti,  ha annunciato, nel confronto con i sindacati presso la sede di Sicindustria, l’impossibilità di proseguire l’attività senza nessuna prospettiva di ristrutturazione aziendale, e l’apertura delle procedure di licenziamento collettive previste dalla legge. “Gli assessori in quell'incontro ci hanno assicurato che non appena sarebbero stati ufficializzati i licenziamenti, l’amministrazione avrebbe aperto il tavolo per porre in essere tutti i passi necessari per salvaguardare l’occupazione di questi lavoratori, attivando cioè la clausola di salvaguardia, visto che il servizio di manutenzione dovrà essere affidato ad altre aziende – continuano i due sindacalisti -. Oggi abbiamo ribadito la nostra richiesta di apertura del  tavolo, visto che i licenziamenti sono stati formalizzati. Ci attendiamo adesso soluzioni per salvaguardare il lavoro, in un proficuo prosieguo del percorso concordato”.

I lavoratori intanto continuano lo sciopero. “Ci appare davvero singolare quanto appreso ieri sera – precisano inoltre Biondi e Comella – cioè il fatto che Amat nel frattempo abbia concordato con le rappresentanze di categoria l’internalizzazione del servizio di manutenzione. Nessuno può immaginare che si possano mettere in piedi soluzioni, qualunque esse siano, che scarichino sui più deboli tutta questa vicenda, riorganizzando un servizio che per quarant’anni è stato svolto dai  lavoratori che oggi sono licenziati. Insisteremo affinché le soluzioni salvaguardino il futuro dei lavoratori. Chiederemo all’amministrazione comunale e all’Amat di fare chiarezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento