menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bar Lincoln

Il bar Lincoln

Non paga l'affitto da anni, il Comune sfratta il Bar Lincoln

Il dirigente Paola Di Trapani e il capo area Relazioni istituzionali, sviluppo e innovazione Sergio Pollicita hanno firmato l'ordinanza. Il debito ammonterebbe a 257 mila euro. Il titolare Savoca: "Ho fatto regolare richiesta di rateizzazione ma ancora non ho ricevuto risposta"

Il bar Lincoln è moroso: non paga da anni l'affitto dei locali in piazza Giulio Cesare, di proprietà del Comune. Per questo il dirigente Paola Di Trapani e il capo area Relazioni istituzionali, sviluppo e innovazione Sergio Pollicita hanno firmato l'ordinanza di sfratto. Il debito ammonterebbe a 257 mila euro. Il titolare dell'attività Giovanni Savoca però non ha nessuna intenzione di chiudere e vuole pagare quanto dovuto: "Intorno a metà giugno - racconta a PalermoToday - ho ricevuto lo sfratto e ho fatto regolare richiesta di rateizzazione ma ancora non ho ricevuto risposta". Quindi l'imprenditore si è recato negli uffici comunali per capire come procedere.

"Non ho pagato l'affitto - continua il titolare dello storico bar - per la crisi vissuta negli ultimi anni: via Roma è morta". Dovendo scegliere Savoca ha preferito pagare i dipendenti e mandare avanti l'attività, aperta nel lontano 1974. "Il Comune mi chiede 2.600 euro al mese d'affitto ma la zona è deserta. Io però - conclude il gestore - non voglio mandare a casa i miei dipendenti. Alcuni hanno più di 50 anni. E' mia intenzione pagare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento