Economia

Lo sfincione bianco di Bagheria verso la Dop: "L'uso di prodotti locali la marcia in più"

L'associazione "La Piana d'oro" è in prima linea per ottenere l'ambito marchio e sta lavorando, in collaborazione con la Regione Siciliana, per avviare le pratiche al ministero dell'Agricoltura

Lo sfincione bagherese - foto di Cronache di Gusto

Lo sfincione bianco di Bagheria verso la Dop. La specialità gastronomica della città delle ville, vincitrice della sfida culinaria andata in scena al Sanlorenzo Mercato lo scorso 24 e 25 febbraio, ora punta a diventare un prodotto d’origine protetta. L’associazione La Piana d’oro è in prima linea per ottenere l'ambito marchio e, in collaborazione con la Regione Siciliana, sta lavarando per avviare le pratiche al Ministero dell’Agricoltura. A darne notizia è il giornale di enogastronomia "Cronache di Gusto", diretto da Fabrizio Carrera.

A differenza di quello palermitano, nello sfincione di Bagheria non c'è il pomodoro. Per la preparazione vengono utilizzati grani antichi siciliani, le acciughe di Aspra, olio e formaggi di Bagheria. E proprio l'utilizzo di prodotti locali è la marcia in più che protrebbe valere il marchio Dop. "L’associazione La Piana d’oro - scrive Cronache di Gusto - che si è intestata questa battaglia sta completando le ricerche storiche e il passo successivo sarà quello di riunire i panificatori e tirare fuori un disciplinare di produzione che uniformi e regolamenti l’utilizzo delle materie prime e la preparazione".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sfincione bianco di Bagheria verso la Dop: "L'uso di prodotti locali la marcia in più"

PalermoToday è in caricamento