menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Settore costruzioni, la richiesta: "Assumere tecnici e professionisti per realizzare le nuove opere"

Costituito il tavolo anticrisi del settore al Comune "grazie alle sollecitazioni delle organizzazioni sindacali"

Costituito il tavolo anticrisi del settore delle costruzioni al Comune di Palermo. Il tavolo, che nasce grazie alle sollecitazioni delle organizzazioni sindacali, ha visto anche la partecipazione degli ordini professionali degli Ingegneri, degli Architetti, dei Geometri e dei Geologi, dell'Ance, del provveditorato alle Opere pubbliche e del commissario straordinario per le acque reflue.  

“Tutti i soggetti coinvolti condividono che per accelerare l'iter delle progettazioni occorre dotare  gli uffici pubblici di personale tecnico necessario per fare i progetti, come ingegneri e architetti,   e dei responsabili dei procedimenti, i Rup, figure essenziale per l'espletamento delle esecuzioni dei lavori – dichiarano Piero Ceraulo e Calogero Guzzetta, per la Fillea e la Cgil Palermo, Francesco Danese e Leonardo La Piana, per la Filca e la Cisl Palermo Trapani, Salvatore Puleo e Ignazio Baudo, per la Feneal e la Uil Palermo -. Il sindaco Orlando ha esordito dicendo che l'amministrazione comunale non è nelle condizioni di progettare le opere necessarie per il rilancio  delle costruzioni nella città di Palermo, perché gli uffici tecnici si sono in questi anni svuotati con la quota 100, che ha consentito a molti lavoratori di andare in pensione in anticipo.  Allarme, quello della mancanza di tecnici,  che già i sindacati avevano sollevato tanto tempo fa”. 

Al tavolo le organizzazioni sindacali hanno chiesto al sindaco  di illustrare il percorso più rapido  per poter procedere alle assunzioni  di un numero di giovani laureati, tecnici e professionisti adeguato alle esigenze. La riunione è stata aggiornata alla prima decade di dicembre. “Il sindaco ha chiesto al dirigente Di Bartolomeo, collegato anche lui in videoconferenza, di predisporre un elenco di opere già coperte da finanziamento, per le quali serve la progettazione esecutiva, in modo da individuare quelle  opere che hanno necessità di  un supporto tecnico – continuano i rappresentanti sindacali di Fillea, Filca e Feneal e Cgil, Cisl Uil -.  A tal proposito, è intervenuto il provveditore delle Opere Pubbliche Gianluca Ievolella, il quale ha già avviato un rapporto di confronto con l'amministrazione e ha manifestato la disponibilità a supportare il Comune per due opere strategiche, come ad esempio il ponte Corleone e il ponte Oreto. Dalla prossima riunione ci aspettiamo un passo in avanti, anche sul piano normativo. Nei prossimi mesi la città di Palermo avrà a disposizione anche nuove risorse, con i circa 4,6 miliardi di euro provenienti dal Recovery Fund. Non possiamo permetterci di perdere un'occasione così importante per presentare nuovi progetti  che possano rigenerare l'assetto urbanistico e infrastrutturale della città di Palermo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento