Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Fincantieri: sciopero dei lavoratori Fiom-Cgil contro i tagli sugli esuberi

L'accordo precedente definisce la riduzione del personale prevedendo la gestione di 140 esuberi sui circa 550 addetti. Un intervento che i sindacati definiscono "troppo pesante"

Sciopero dei lavoratori oggi al cantiere Fincantieri di Palermo. “Per questa mattina - spiega in una nota Alessandro Pagano, coordinatore nazionale Fiom-Cgil per la cantieristica navale- è stato proclamato uno sciopero con assemblea dei lavoratori nel cantiere navale Fincantieri di Palermo contro l'accordo separato firmato, martedì 20 dicembre, da Fim-Cisl, Uilm-Uil e dalla direzione del cantiere stesso. L'accordo definisce la riduzione del personale nel cantiere prevedendo la gestione di 140 esuberi sui circa 550 addetti”.

“Si tratta di un intervento pesante - continua Pagano - che, oltre a un ridimensionamento della capacità produttiva del cantiere, determinerebbe anche l'immediata esclusione dal ciclo produttivo di centinaia di addetti delle ditte di appalto. I componenti della Rsu Fiom hanno rigettato la proposta di Fincantieri e hanno dichiarato uno sciopero per la giornata di oggi, a partire dalle 10,30, chiamando a raccolta i lavoratori per informarli dell'accaduto e delle ragioni che hanno portato al rigetto della proposta stessa”.

Poi Pagano continua: “La Fiom nazionale condivide totalmente la posizione assunta dalle Rsu Fiom del cantiere, nonchè dalla Fiom e dalla Cgil di Palermo, e ritiene grave la responsabilità assunta dall'azienda che, alla vigilia dell'avvio di un confronto nazionale per il rilancio del Gruppo, sceglie ancora una volta di dividere lavoratori e organizzazioni sindacali per imporre un progetto di ridimensionamento che è già stato respinto, sul piano nazionale, grazie alle lotte effettuate dai lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fincantieri: sciopero dei lavoratori Fiom-Cgil contro i tagli sugli esuberi

PalermoToday è in caricamento