Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia Arenella-Vergine Maria / Salita Belmonte, 43

Sciopero dei dipendenti di Villa Igiea: “A rischio stipendi e tredicesime”

Lo storico hotel in crisi chiude per due mesi a gennaio e febbraio. Una cinquantina di lavoratori protestano davanti ai cancelli. "Nessuna garanzia, siamo preoccupati per il futuro". L'azienda: salari garantiti

Ancora un’azienda in crisi a Palermo. Stavolta a chiudere i cancelli, anche se solo per due mesi, è lo storico albergo Villa Igiea. Da stamattina una cinquantina di dipendenti stanno protestano davanti all’ingresso dell’hotel. A rischio ci sarebbero le tredicesime e le mensilità di gennaio e febbraio.

“La società – racconta a PalermoToday Mauro Pizzo, addetto alla reception – non garantisce il pagamento delle tredicesime. Inoltre abbiamo saputo che l’azienda ha deciso di chiudere l’albergo per i mesi di gennaio e febbraio. Ci hanno detto non ci sono garanzie per il pagamento dei salari di questi due mesi. Ma al momento non abbiamo certezze e siamo molto preoccupati per il nostro futuro. Per questo oggi abbiamo dato vita a questo sciopero”.

Diversa la versione dell’azienda “Acqua Marcia”, che gestisce lo storico hotel. Pare che il problema del mancato pagamento delle tredicesime sia solo dovuto al fatto che l’azienda è attualmente in concordato preventivo. Ma che una volta ottenuto il via libera dal tribunale le somme verranno erogate. Sulla chiusura invece – sempre secondo l’azienda – andrebbe vista secondo un’ottica di “stagionalizzazione” dovuta al calo di presenze dei mesi invernali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei dipendenti di Villa Igiea: “A rischio stipendi e tredicesime”

PalermoToday è in caricamento