Economia

Sciopero benzinai, distributori chiusi a Palermo il 12 e 13 dicembre

Confermata la protesta di Faib-Confesercenti, Figisc-Confocommercio e Fegica-Cisl. A nulla è servito l'incontro con il sottosegretario Claudio Vincenti. Il nodo le accise e il rinnovo del contratto nazionale

Distributori chiusi il 12 e 13 dicembre

Confermato lo sciopero dei distributori di carburante per il mese di dicembre è stato appena confermato dalle associazioni di categoria. Il 12 e 13 dicembre 2012 infatti Faib-Confesercenti, Figisc-Confocommercio e Fegica-Cisl hanno non solo indetto la sospensione del servizio di rifornitura ma hanno anche escluso la possibilità di garanzie di servizio minimo per gli automobilisti. A nulla è servito l'incontro con il sottosegretario Claudio Vincenti. Un altro vertice si terrà giorno 10, ma le possibilità di scongiurare la serrata sembrano minime.

Lo scopo della protesta è quello di porre l’attenzione su una situazione alquanto drammatica causata da una drastica riduzione dei consumi di carburante. Lo sconforto dei distributori di carburante non è solamente causato dall’aumento dei prezzi dovuto in larga parte alle accise ma anche dal disinteresse della classe dirigente nei confronti dei problemi del settore e del rinnovo del contratto collettivo nazionale.

Nel comunicato di conferma dello sciopero si notano lamentele anche nei confronti dell’industria petrolifera che è stata incapace di attuare una seria strategia per risollevare la situazione in modo da impedire che i problemi ricadessero tutti sulla fase di distribuzione del carburante. L’ira dei distributori è stata poi anche causata dalla serie di sconti attuati dalle compagnie nel corso dell’estate che hanno ridotto ancora di più il margine di guadagno dei benzinai.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero benzinai, distributori chiusi a Palermo il 12 e 13 dicembre

PalermoToday è in caricamento