Sciopero Alitalia, 24 ore di stop il 13 dicembre: la lista dei voli "palermitani" cancellati

Sarà un venerdì da incubo per tanti viaggiatori. Quali sono le fasce di garanzia? Cosa fare in caso di cancellazione? Ecco tutto quello che c'è da sapere

Sciopero Alitalia, sarà un venerdì da incubo per chi dovrà prendere l'aereo nella giornata del 13 dicembre 2019. La protesta indetta dai sindacati, che coinvolge anche il personale di Air Italy, è stata confermata e lascerà a terra centinaia di voli. Sono in tutto 16 i voli che riguardano Palermo, da e per Roma e Milano. Come confermato dalle sigle sindacali lo sciopero riguarderà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy, nel rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21. Disagi in vista quindi per i viaggiatori palermitani, che non saranno limitati esclusivamente alle 24 ore di venerdì 13. 

Sciopero Alitalia: i voli cancellati

Attraverso un comunicato sul proprio sito, Alitalia ha spiegato che, in conseguenza dello sciopero di venerdì 13 dicembre, la compagnia è stata costretta ad annullare anche alcuni collegamenti previsti nella serata di giovedì 12 dicembre e nella prima mattinata di sabato 14 dicembre. Ma quali sono i voli cancellati? Alitalia ha pubblicato sul proprio sito la lista dei voli cancellati per lo sciopero nei tre giorni. Il primo (AZ1771 Milano/Linate-Palermo) riguarda oggi, giovedì 12 dicembre. Gli altri invece si riferiscono alla giornata di domani.

volicancellati 33-2

Sciopero Alitalia: cosa fare in caso di cancellazione

Considerato l'alto numero di voli cancellati, potrebbero esserci molti disagi per i passeggeri che avevano prenotato proprio nel giorno dello sciopero. Ma cosa devono fare i passeggeri coinvolti nelle cancellazioni? Il piano straordinario di Alitalia prevede l’impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l’obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata. Secondo le previsioni della compagnia aerea almeno il 50% dei viaggiatori dovrebbe riuscire a partire nella giornata di venerdì 13 dicembre.

Gli utenti coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito di Alitalia e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’. Sul medesimo portale gli utenti possono  verificare lo stato del proprio volo, oppure chiedere informazioni chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), o contattando l’agenzia di viaggio dove hanno acquistato il biglietto. Per quanto riguarda i viaggiatori che invece dovevano viaggiare nella serata del 12 dicembre o nella mattina del 14 dicembre, in caso di modifica dell'orario o cancellazione, sarà possibile cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subìto un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 18 dicembre.

Sciopero Alitalia: i motivi della protesta

In una nota unitaria i sindacati di Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo hanno spiegato i motivi dello sciopero: “La protesta è stata indetta in virtù del perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, per chiedere una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e  il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto attiene Alitalia, spiega la Federazione dei Trasporti della Cgil, "rigettiamo ogni ipotesi di spezzatino, chiediamo un piano industriale di vero rilancio che garantisca investimenti e crescita, senza sacrifici sul fronte del lavoro. Per Air Italy chiediamo il rispetto degli impegni presi con il piano industriale e l'applicazione del contratto nazionale di settore come riferimento minimo". "In occasione dello sciopero - informa infine la Filt Cgil - si terranno presidi unitari nei principali aeroporti, come a Roma Fiumicino, presso il Terminal 1, a partire dalle 10, a Linate presso il briefing ed a Malpensa al Terminal 1".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento