Martedì, 16 Luglio 2024
Economia

Scarpe & Scarpe annuncia la chiusura del negozio al Forum: al suo posto aprirà Decathlon?

L'indiscrezione è emersa al termine dell'incontro fra l'azienda e i sindacati: "La Multiveste Italy 4, società che gestisce gli spazi all'interno del centro commerciale, ha intimato lo sgombero dei locali al 31 luglio". Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil: a rischio il futuro 18 lavoratori

Scarpe & Scarpe - storica azienda di calzature, pelletteria, abbigliamento e valigeria con 137 negozi in tutta Italia e 1550 dipendenti - ha annunciato la chiusura del punto vendita che si trova al centro commerciale Forum: 18 impiegati rischiano di perdere il posto di lavoro.

A darne notizia sono Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil dopo un incontro con l'azienda in cui è emerso che la chiusura sarebbe "una scelta forzata ed involontaria, ad esclusiva volontà e responsabilità della immobiliare Multiveste Italy 4 srl, società che gestisce gli spazi commerciali all’interno del centro commerciale Forum.

L’azienda Scarpe&Scarpe, spiegano i sindacati, ha dichiarato formalmente che "allo scadere del contratto di locazione, cessato il 31 maggio 2022, si è attivata al fine di rinnovare il canone di affitto, ma inspiegabilmente la proprietà, la Multiveste Italy 4 Srl, si è defilata da ogni tipo di contrattazione inviando, nel mese di aprile 2023, una pec attraverso la quale ha intimato lo sgombero dei locali al 31 luglio". Locali che da indiscrezioni sembrerebbero essere destinati a Decathlon.

La Scarpe&Scarpe ha però ribadito alla proprietà immobiliare la volontà di restare negli attuali spazi commerciali anche ad altre condizioni economiche o di rimanere all’interno del centro commerciale in altre superfici eventualmente disponibili e infine, se le due richieste non venissero accettate, ha chiesto una proroga fino a fine anno. "Tale condizione di estrema precarietà e incertezza - spiegano i sindacati - ha creato panico sia nei 18 dipendenti del centro commerciale coinvolti sia per l’intera rete siciliana e nazionale, essendo il punto vendita in questione il primo negozio d’Italia per fatturato, con il rischio di serie ripercussioni su tutta la rete".

Marianna Flauto, segretario generale Uiltucs Sicilia e Ida Saja, segretario generale aggiunto dichiarano: "Stiamo assistendo all'ennesima chiusura di un’azienda che non vuole lasciare il territorio e non vuole licenziare i propri dipendenti, ma si ritrova costretta a farlo per effetto della totale assenza di una disciplina normativa chiara e tutelante che regolamenti  e disciplini la fattispecie dell' affidamento delle superfici di vendita dentro i centri  commerciali. Tale assenza di disciplina fa sì che si possano di fatto eludere quelle tutele legislative, riconducibili ai trasferimenti di ramo azienda, che assicurerebbero la prosecuzione occupazionale dei lavoratori. Chiediamo subito l’intervento autorevole del presidente della Regione Renato Schifani e dell’assessore alle Attività Produttive Edy Tamajo, non escludendo ogni azione volta a tutelare i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe & Scarpe annuncia la chiusura del negozio al Forum: al suo posto aprirà Decathlon?
PalermoToday è in caricamento