Saldi invernali al via il 2 gennaio: una famiglia su due farà acquisti, 208 euro la spesa media

Positive le proiezioni di Federconsumatori Palermo sullo shopping scontato: vendite su del 3,6 per cento e aumenta del 4,4 per cento il numero delle famiglie che approfitteranno delle promozioni che quest'anno avranno inizio il 2 gennaio

Una famiglia su due acquisterà durante i saldi invernali, che quest'anno partiranno il 2 gennaio, e spenderà circa 208 euro. Un dato in leggera crescita rispetto agli sconti 2018: vendite su del 3,6 per cento. In crescita anche il numero delle famiglie di Palermo e provincia che faranno shopping: in questo caso l'incremento è del 4,4 per cento. In totale in città saranno 124.900 le famiglie ad approfittare delle promozioni, con una spesa di 26 milioni di euro, mentre nell’intera provincia le famiglie saranno 236.500, con un giro di affari di 49 milioni di euro. Queste le proiezioni di Federconsumatori Palermo.

Stime non facili in quanto i dati sono stravolti dall’avvento del Black friday - che quest'anno ha registrato un incremento dell’8,7% - e dal fatto che già dalla fine di novembre i negozi hanno applicato sconti, con percentuali da saldi inoltrati. La decisione di anticipare i saldi al 2 gennaio è stata accolta tra le polemiche. In particolare è stata Confcommercio a trovare "incomprensibile" la decisione presa dall'assessore regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' stata tardiva - afferma il presidente di Federconsumatori Palermo Lillo Vizzini - e scarsamente divulgata ai consumatori siciliani, creando malumori tra gli operatori. In ogni caso, tra sms, telefonate e mail ai clienti, le vendite a saldo, con sconti anche sino al 40%, avvengono già da tempo. D’altronde la normativa regionale li ha praticamente liberalizzati: basta solo non pubblicizzarli prima dell’avvio ufficiale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento