Russo-Rizzo (Confintesa): ulteriore denuncia sulla mancata riclassificazione del personale a e b della Regione

In questi giorni, alcune OO.SS hanno proclamato lo stato di agitazione di tutti i dipendenti regionali, invitando ciascuno ad attenersi esclusivamente alle proprie mansioni con l’invito a pretendere dall’Amministrazione Regionale “Ordini di servizio attinenti le categorie di appartenenza”. Circolano anche delle note che i dipendenti dovrebbero firmare e trasmettere per comunicare ai dirigenti che si atterranno esclusivamente alle mansioni previste dal CCLR.Confintesa – Federazione Regionale dei dipendenti A e B ritiene necessario chiarire espressamente la propria posizione su tale argomento.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In questi giorni, alcune OO.SS hanno proclamato lo stato di agitazione di tutti i dipendenti regionali, invitando ciascuno ad attenersi esclusivamente alle proprie mansioni con l’invito a pretendere dall’Amministrazione Regionale “Ordini di servizio attinenti le categorie di appartenenza”. Circolano anche delle note che i dipendenti dovrebbero firmare e trasmettere per comunicare ai dirigenti che si atterranno esclusivamente alle mansioni previste dal CCLR. Confintesa – Federazione Regionale dei dipendenti A e B ritiene necessario chiarire espressamente la propria posizione su tale argomento. Condividiamo tutte le legittime rivendicazioni, ma fra queste “LA MANCATA RICLASSIFICAZIONE/RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE” è di sicuro, una delle più importanti. E’ per questo che chiediamo la costituzione di un tavolo di concertazione permanente, finalizzato a trovare una soluzione definitiva che metta fine all’attuale mortificazione lavorativa cui sono sottoposti i dipendenti di categoria A e B, che per anni hanno contribuito al buon andamento dell’amministrazione regionale. Confintesa Categoria Regionale dei Dipendenti “A” e “B” oltre a non firmare i moduli che qualche sigla sindacale ha proposto, chiede invece che vengano predisposti ordini di servizio che rispecchino esattamente i carichi di lavoro che il personale di categoria “A” e “B” svolge in modo professionale da anni. “Confintesa vuole una reale riqualificazione, il pagamento da parte della Regione Siciliana dei contributi ai fini pensionistici per gli anni di precariato, una mobilità su base volontaria, senza i nulla osta che tengono prigionieri i lavoratori. Confintesa porterà avanti le proprie iniziative, in tutte le sedi istituzionali, nell’interesse delle categorie A e B, le più bistrattate tra i dipendenti della Regione siciliana”, così dichiarano Antonio Russo, e Rosanna Rizzo, rispettivamente Segretario Regionale e Dirigente Sindacale di Confintesa Federazione Regionale dei dipendenti A e B. Comunicato Stampa Palermo, 14/10/2019

Torna su
PalermoToday è in caricamento