Piano Battaglia, apertura stazione sciistica a rischio: "Deserta la gara per affidamento piste"

A lanciare l'allarme è Anthony Barbagallo, parlamentare regionale del Pd che sull'argomento ha presentato un'interrogazione parlamentare: "Assurda la scelta di procedere con affidamenti annuali e gare separate per la gestione degli impianti di discesa e risalita"

 "La gara per la gestione delle piste da sci di Piano Battaglia è andata deserta e l'apertura della stazione sciistica è dunque a rischio". A lanciare l'allarme è Anthony Barbagallo, parlamentare regionale del Pd che sull'argomento ha presentato un'interrogazione parlamentare: "Nonostante lo scorso anno abbia salutato la stagione invernale con 61 giorni di attività e un bilancio di 40mila presenze, gli impianti potrebbero rimanere chiusi per la prossima stagione". 

A mettere a repentaglio il futuro della stazione sciistica delle Madonie, secondo il democratico sarebbe "la scelta, assurda, di procedere con affidamenti annuali e gare separate per la gestione degli impianti di discesa e risalita". "Così facendo  - continua Barbagallo - si vanificano gli sforzi del centrosinistra al governo, che ha fortemente voluto e realizzato gli impianti, e quelli dell'Assemblea regionale che ha dato un cospicuo contributo alla Città metropolitana di Palermo per la gestione degli impianti. Intanto Piano Battaglia non può programmare l'inizio della stagione e, con l'inverno alle porte e la previsione delle prime nevicate ad alta quota, non è possibile perdere tempo. La stazione sciistica di Piano Battaglia - conclude il parlamentare - rappresenta un volano di sviluppo economico di primaria importanza per l'area delle Madonie, richiamando turisti e sportivi da tutta la Sicilia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento