rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Economia

Edilizia, rinnovato il contratto integrativo provinciale: aumentano gli stipendi dei lavoratori

L'accordo è stato siglato da Ance Palermo e dai rappresentanti sindacali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. Tra le novità anche l'introduzione del sostegno per gli asili nido e per le attività sportive dei figli degli edili

Il regalo di Natale per i lavoratori edili della provincia di Palermo è arrivato con qualche giorno di anticipo. Siglato da Ance Palermo e dai rappresentanti sindacali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, il rinnovo del contratto integrativo provinciale del settore. L'accordo, il primo che si sigla in Sicilia e tra i primi anche a livello nazionale, introduce aumenti salariali e prevede politiche di sostegno delle imprese e di welfare per i lavoratori. 

“Finalmente - dichiarano Piero Ceraulo, segretario generale della Fillea Cgil Palermo, Francesco Danese, segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani e Pasquale De Vardo, segretario generale Feneal Uil Tirrenica Messina Palermo - riusciamo ad aumentare il salario dei lavoratori edili di Palermo, cosa che non avveniva da diversi anni, viste le condizioni negative del settore negli ultimi 10 anni. È un contratto che guarda al salario ma anche al welfare dei lavoratori e delle loro famiglie, arricchendo le prestazioni già in essere con l’introduzione, ad esempio, del sostegno per gli asili nido, alle attività sportive dei figli dei lavoratori ed anche per l’innovazione tecnologica per aiutate i ragazzi nel percorso di studio. È una impostazione condivisa tra le parti sociali – concludono i sindacati - che hanno voluto sottoscrivere questo contratto rafforzando il sistema bilaterale".

Al centro del nuovo contratto anche la sostenibilità ambientale e sociale del settore e il tema della sicurezza. "E' stato aumento - spiegano i sindacalisti - il contributo per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale, alla luce soprattutto di un aumento repentino ed esponenziale dei cantieri privati che si aprono per l’uso degli incentivi messi a disposizione del governo”. Molto soddisfatto anche Salvo Russo, vice presidente di Ance Palermo con delega sindacale: "Il contratto sancisce il buon livello delle relazioni industriali della nostra provincia caratterizzato da una attenzione non solo alla parte salariale ma anche a politiche attive di sostegno all’attività imprenditoriale fornendo servizi e agevolazioni mirate all’accrescimento di sicurezza, salute, sostenibilità ambientale e la legalità nei cantieri”. “Il nuovo contratto collettivo provinciale di lavoro - afferma il presidente della Cassa edile Giuseppe Puccio – assegna alla Cassa Edile compiti importanti per indirizzare e sostenere il sistema delle imprese senza tralasciare politiche di assistenza e tutela dei lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, rinnovato il contratto integrativo provinciale: aumentano gli stipendi dei lavoratori

PalermoToday è in caricamento