Economia

Rinascente, Tamajo: "Ho chiesto convocazione urgente della commissione Lavoro dell'Ars"

Il deputato di Italia viva all'Ars: "La città di Palermo e il suo tessuto economico non possono subire una lacerazione così profonda qual è la chiusura annunciata di Rinascente"

"La città di Palermo e il suo tessuto economico non possono subire una lacerazione così profonda qual è la chiusura annunciata di Rinascente nel centro storico, in via Roma. Va scongiurata la perdita di posti di lavoro per le bizze della proprietà dell'immobile che ancora oggi, con prezzi fuori mercato, ricava 2,4 milioni di affitto all'anno per la sede Rinascente. L'ostracismo sulla revisione al ribasso del canone di affitto da parte di Fabrica Immobiliare, gestore del fondo pensioni Inarcassa, nasconde forse mire ormai non più celabili?". Lo afferma Edy Tamajo, deputato di Italia viva all'Ars. "Tutto ciò avviene - prosegue - mettendo a rischio il lavoro degli attuali dipendenti di Rinascente, con spregio della dignità di chi opera da diversi anni nei negozi del conosciutissimo brand".

"Occorre fare chiarezza - aggiunge Tamajo - e spiegare la gravità dell'azione posta in essere da Fabrica Immobiliare, che si macchia di una responsabilità troppo grande che avrà il biasimo dell'intera città di Palermo". Secondo Tamajo "è opportuno che la vertenza sul rinnovo del contratto di locazione e la questione legata ai dipendenti approdi al Parlamento regionale. Per questa ragione - conclude - ho chiesto una convocazione urgente della commissione Lavoro dell'Ars per avviare un percorso di analisi che porti ad un incontro tra le parti evitando la chiusura di Rinascente il 31 ottobre prossimo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinascente, Tamajo: "Ho chiesto convocazione urgente della commissione Lavoro dell'Ars"

PalermoToday è in caricamento