menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rap, dipendenti in ansia: "Preoccupati per il futuro della società"

Chiesto un confronto con l’assessore Riolo: "C'è preoccupazione per l'equilibrio economico e finanziario dell'azienda"

“Il ritardo che si è verificato sul trasferimento nelle casse della Rap di 3 milioni di euro per il pagamento della quattordicesima, da parte del Comune di Palermo, versati solo oggi, è un fatto grave. Considerato che il debito maturato nei confronti dell’azienda sfiora i 70 milioni di euro, è preoccupante che per recuperare e versare 3 milioni di euro, l’amministrazione comunale abbia impiegato più di due settimane”. Ad affermarlo sono Valerio Lombardo FP Cgil, Dionisio Giordano Fit Cisl, Gianni Acquaviva Uil Trasporti e Carmelo Giallombardo Filas. “Abbiamo richiesto con urgenza - dicono - un incontro al neo assessore comunale alle Partecipate Riolo, perché il rispetto del pagamento del contratto di servizio, il suo prolungamento, la sua rivisitazione, sono i delicati temi su cui si fonda lo sviluppo industriale dell’azienda e quindi il suo futuro e quello dei lavoratori”.

I sindacati aggiungono “i lavoratori non si ‘agitano’ per qualche giorno di ritardo sulle retribuzioni, ricordano perfettamente che all’epoca del fallimento del gruppo Amia le retribuzioni erano regolarmente pagate e furono i debiti verso i fornitori, erario ed Inps a decretare la chiusura del gruppo. Per questo garantiscono regolarmente i servizi d’istituto, nonostante fantomatiche dichiarazioni di stato di agitazione di qualcuno. Ad agitarsi è solo chi, fuori dalla storia, continua a pensare di poter strumentalizzare i lavoratori solo per quel consenso sindacale storicamente negatogli".

"Pur tuttavia – aggiungono – sia chiaro ad azienda e soprattutto all’amministrazione comunale, che sul mantenimento dell’equilibrio economico-finanziario della Rap, del suo sviluppo industriale, del suo rilancio e quindi del suo futuro, questi sindacati guideranno i lavoratori sempre e solo a tutela dei loro diritti, della loro occupazione con tutte le modalità contrattualmente e normativamente previste. L’assessore Riolo ci convochi in tempi rapidi", concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento