rotate-mobile
Economia

Scoppia la rivolta dei lavoratori delle sale bingo: "In Sicilia 2 mila persone allo stremo"

Mercoledì protesta davanti alla prefettura indetta da Filcams, Fisascat e Uiltucs. "Gli ultimi provvedimenti del governo sembrano avere accantonato ogni possibilità di riapertura nel medio termine, il settore è fermo dallo scorso ottobre"

Scoppia la rivolta dei lavoratori delle sale bingo e gaming hall. Mercoledì i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil protesteranno davanti alla prefettura di Palermo nell’ambito di una manifestazione nazionale per chiedere maggiore attenzione alla categoria.

Sono 2 mila circa i lavoratori del settore in Sicilia ormai fermi nell’attività dallo scorso ottobre, provenienti da una ulteriore precedente chiusura per lockdown e ormai allo stremo delle loro economie.

“Come se non bastasse - scrivono i segretari generali Monja Caiolo, Mimma Calabrò e Marianna Flauto - a tutto questo si aggiungono gli ultimi provvedimenti del governo, anche in proiezione per le prossime settimane, che sembrano avere accantonato ogni possibilità di riapertura nel medio termine, relegando i lavoratori del 'gioco legale' ad un’attesa che ormai sembra interminabile nonché ad una condizione che rasenta l’indigenza".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la rivolta dei lavoratori delle sale bingo: "In Sicilia 2 mila persone allo stremo"

PalermoToday è in caricamento