Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Spesa “d’oro” a Palermo, in media si spende 6.500 euro all’anno

Circa 600 euro in più rispetto alle città dai supermercati più virtuosi. Il capoluogo, secondo la rivista Altroconsumo, si piazza al 41° posto. Fra i peggiori il Sisa di via Belgio e gli Eurospar di via Argento e via Fermi

Fare la spesa è un compito sempre più arduo per i palermitani, che spendono 600 euro in più rispetto alle città dai supermercati più virtuosi. In media si pagano 6532 euro contro i 5900 di Pisa e Modena, le città con le spese più leggere. Una famiglia italiana spende all’anno circa il 20% del proprio reddito in prodotti alimentari, ma la quota varia molto a seconda delle regioni. Fra le città della penisola Palermo non si colloca fra le meritevoli, ritrovandosi al 41° posto per standard dei prezzi.

La rivista Altroconsumo ha pubblicato uno studio effettuato nell’arco di un mese monitorando l’andamento dei prezzi in 950 punti vendita di 61 città. I dati hanno permesso inoltre di assegnare a un supermercato di Arezzo il primato del più conveniente con un punteggio di 100, in base al quale sono stati assegnati i “voti” agli altri. È risultato così che soltanto “Il mercatino” non supera la soglia di 109 (rispetto al migliore quindi più caro del 9%), in tutti gli altri super e ipermercati i palermitani pagano almeno il 10 % di più. Fra i peggiori troviamo il Sisa di via Belgio e gli Eurospar di via Argento e via Fermi. Buoni invece Colleverde di via San Lorenzo, l’Ipercoop di via Torre Ingastone e il Conad in corso dei Mille.

La mancanza di una vera concorrenza che porti i gestori ad abbassare i prezzi penalizza in tal senso le regioni del sud. Quasi tutta la Sicilia si ritrova infatti fra le posizioni peggiori. Dietro Palermo ci sono Catania e Siracusa, che si piazza al penultimo posto. Solo Messina si salva. Ma questo non è l’unico svantaggio dei cittadini palermitani che vogliono economizzare. Emerge infatti un altro dato negativo dall’indagine: preferendo ai prodotti di marca a prezzo pieno quelli in offerta oppure facendo compere al discount, si sarebbe in grado di risparmiare qualcosa più di 700 euro l’anno.

I fiorentini, con una spesa oculata e attenta, in media potrebbero risparmiare il doppio di noi. Anche volendo impegnarsi a risollevare i propri redditi con maggiore accuratezza negli acquisti di ogni giorno, gli abitanti di Palermo sembrano dunque avere una gamma ristretta di scelte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spesa “d’oro” a Palermo, in media si spende 6.500 euro all’anno

PalermoToday è in caricamento