Sabato, 19 Giugno 2021
Economia

Quanto costano le case in città? Lo rivela uno studio di Tecnocasa

Illustrati i livelli dei prezzi del mercato immobiliare in tutta Palermo. Tra i quartieri in crescita l'Olivuzza, la zona di via Dante e Brancaccio. Diminuzione delle quotazioni alla Fiera

Nei primi sei mesi del 2011 le quotazioni delle abitazioni di Palermo hanno segnalato una contrazione dello 0,5%. Nelle zone centrali di Palermo le quotazioni delle abitazioni sono aumentate del 3,3%. Tra i quartieri in crescita si segnala quello di Olivuzza il cui mercato è stato movimentato soprattutto da compravendite di prima casa realizzate da famiglie che hanno voluto migliorare la qualità abitativa. Il trilocale è la tipologia più richiesta per la quale si considera un budget medio di 130-140 mila euro. Per un buon usato si spendono valori medi di 1200-1400 euro al metro quadrato. Esiste poi un’area di abitazioni popolari, costruite nei primi anni  ’20-‘30 dal taglio più piccolo (due locali o piccoli trilocali) che si vendono a prezzi medi di 800-1000 euro al metro quadro. Da segnalare la diminuzione degli investitori che in passato acquistavano, ristrutturavano e poi rivendevano in questa zona della città. Oggi sono in numero maggiore coloro che acquistano (spendendo 30 mila € per acquistare un monolocale) ed affittano l’immobile a cifre medie di 250 € al mese.

Le quotazioni delle abitazioni usate in via Dante hanno segnalato un aumento: la restrizione del credito ha contribuito alla diminuzione della disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti e, di conseguenza, questi ultimi si sono indirizzati verso le abitazioni usate che hanno acquisito un maggior valore. A muoversi sul mercato e a decidere per l’acquisto sono state soprattutto famiglie dal reddito medio-alto alla ricerca della casa migliorativa. Infatti in zona si prevede anche l’arrivo di una nuova metropolitana  che sorgerà nei pressi del Tribunale. Il budget medio si aggira intorno a 200 mila € per investire in  trilocali e quattro locali, abbastanza diffusi nel quartiere. A vendere in questo momento sono coloro che non riescono a pagare il mutuo e persone in età avanzata che decidono di modificare l’immobile.

La zona più richiesta è quella che sorge a ridosso di corso Aprile e di viale Regina Margherita dove acquistano soprattutto professionisti. Su viale Regina Margherita, viale alberato con abitazioni degli anni ’20 e degli anni ’60-’80 le quotazioni delle abitazioni vanno da 2500 a 3200-3500 € al mq. In via Parlatore invece ci sono soluzioni di costruzione più recente, realizzate negli anni ’60-’70 e valutate intorno a 2500-2800 € al mq. Esistono poi delle aree più popolari dove acquistano prevalentemente coloro che non riescono ad accedere alle zone più costose e che si scambiano a prezzi medi di 1200 € al mq (via La Mantia, via Villa Florio). Sono in aumento le richieste di immobili in affitto da parte di color che non riescono ad acquistare in zona e che stipulano soprattutto contratti con il canone libero.  Per un bilocale si spendono intorno a 400 € al mese e 500 € al mese per un trilocale.

In aumento dello 0,8% le quotazioni della  macroarea di Università-Brancaccio. Tra i quartieri in aumento si registra quello di Università-Villaggio Santa Rosalia  e di Roccella. Nel primo quartiere ci sono soprattutto immobili popolari costruiti tra gli anni ’30 e gli anni ‘50 che sono stati riscattati e che sono venduti dagli eredi dei precedenti proprietari. Un buon usato si scambia a prezzi medi di 1200-1300 € al mq. Nella zona dell’Università e nelle strade interne ci sono prevalentemente soluzioni degli anni ’80 (via Roccella e via Madonia) che si vendono a prezzi medi di 1800-1900 € al mq. Nella zona dell’Università si è registrata una contrazione della domanda degli investitori che compravano per affittare a studenti ed anche dei genitori degli studenti universitari che dalle province limitrofe si trasferiscono in città per studiare.

Da segnalare che sono in corso i lavori per la costruzione di un sistema tramviario che collegherà diversi quartieri di Palermo, con tre linee, Roccella, Leonardo da Vinci e Cep-Calatafimi. Nei primi sei mesi del 2011 le quotazioni delle abitazioni nel quartiere di Roccella hanno subito un leggero incremento anche se le compravendite sono in ribasso. I tempi di vendita sono in aumento e si registrano difficoltà per le soluzioni dal valore superiore a 150 mila €. Ad acquistare in questa zona della città sono prevalentemente investitori che decidono di mettere a reddito l’immobile dal momento che l’area sorge a ridosso della zona Universitaria. In generale gli investitori hanno un budget di investimento medio che non supera i 120 mila €. Per un posto letto si spendono intorno a 140-160 € al mese. Tra le zone maggiormente apprezzate ci sono quelle situate nella parte vecchia che si sviluppa a ridosso dell’Università (via Piave, via Montegrappa, via Toti, via Montenera, via Lazzaro) e dove ci sono abitazioni costruite tra gli anni ’30 e gli anni ’40 che si scambiano a prezzi medi di 1500 € al mq. Non lontano, a ridosso dell’Ospedale Civico, sorge un’area di immobili di costruzione più recente (le ultime costruzioni risalgono al 2000) dove la compravendita si aggira intorno ai 1800-2000 € al mq.

Anche sul mercato degli affitti si registrano delle difficoltà dal momento che la domanda di studenti universitari fuori sede è in diminuzione in seguito all’apertura di un nuovo polo universitario nell’agrigentino. Nella macroarea di Uditore le quotazioni sono aumentate dello 0,2%, soprattutto in seguito all’andamento del quartiere dell’Emiro-Noce che ha registrato un incremento delle tipologie usate. In questa prima parte dell’anno si sono mossi soprattutto acquirenti molto esigenti che vivono nella zona. Quasi sempre hanno realizzato acquisti di sostituzione e avevano quindi il capitale iniziale per poter acquistare l’immobile. A comprare  sono state soprattutto coppie giovani, con genitori che vivono nella zona e a cui desiderano avvicinarsi. Nella zona Emiro le tipologie più ricercate sono il trilocale, il quattro locali e il cinque locali. Il budget medio di investimento oscilla intorno a 170-180 mila € e consente di acquistare un trilocale in edilizia medio-popolare. Tra via degli Emiri e via Eugenio l’Emiro ci sono abitazioni in edilizia popolare degli anni ’60, oramai riscattate che si scambiano a prezzi medi di 1600-1700 € al mq. E’ in questo tratto di quartiere che si realizza il maggior numero delle compravendite della zona.

Su via degli Emiri ci sono abitazioni in edilizia popolare e altre costruite tra gli anni ’70 e gli anni ’80 le cui quotazioni sono di 1900-2000 € al mq. Parliamo di soluzioni situate in residence ben apprezzate dalla clientela che quasi sempre ha vissuto in zona ed acquista queste tipologie per migliorare la qualità abitativa. Il quartiere Noce si sviluppa adiacente a piazza Noce e in via Ruggerone da Palermo si caratterizza per la  presenza di soluzioni degli anni ’40-’50 costruite in edilizia popolare che hanno prezzi molto bassi (un buon usato costa intorno a 1500 € al mq). In questa zona acquistano anche numerosi investitori che impiegano cifre medie di 45-50 mila € e che poi affittano a 350-400 € al mese.
Sul mercato degli affitti si registra una buona richiesta di abitazioni in affitto che vede protagoniste soprattutto coppie che non riescono ad acquistare l’abitazione. La tipologia maggiormente ricercata è il trilocale che ha valori medi di 550-600 € al mese.

Nella macroarea della Fiera si registra una diminuzione dei valori del 3,7%. Tra i quartieri in ribasso c’è la Fiera e tra i quartieri al rialzo Galilei (+4,5%) dove, nei primi sei mesi dell’anno, si sono compravendute soprattutto abitazioni come prima casa oppure abitazioni destinate come investimento ai figli. Il budget medio di chi acquista nella zona si aggira intorno a 320-350 mila € con punte massime di 450 mila € per coloro che volessero acquistare il quattro locali. Si tratta di una zona centrale, apprezzata per i servizi e per l’ampia possibilità di scelta tra diverse tipologia immobiliari. Chi vende in zona sono spesso eredi o persone che desiderano acquistare una soluzione indipendente in un’altra zona di Palermo. I tempi di vendita si sono allungati portandosi a 4-5 mesi. Via Galilei e via Pacinotti sono le strade più ambite con immobili costruiti nel corso degli anni ’70. Una tipologia usata ed in buone condizioni costa mediamente intorno a 3000-3200 € al mq. In via Ohm e via Scipione, non lontano da via Galilei, ci sono soluzioni Iacp ormai riscattate che si scambiano a prezzi medi di 2200 € al mq. Sul mercato degli affitti si registra un aumento delle richieste e anche dei valori dei canoni di locazione. Per un bilocale si spendono mediamente 500-550 € al mese, per un trilocale 650-700 € al mese. Molto elevata in zona la richiesta di immobili da destinare ad uso ufficio.

Da Gennaio 2011 a Luglio 2011 si registra un aumento della concentrazione della domanda  su bilocali (+1,1%). In diminuzione la concentrazione della domanda su trilocali e quattro locali. Da Gennaio a Luglio 2011 sul mercato immobiliare di Palermo si segnala un aumento della percentuale di bilocali (+0,3%), trilocali (+1,9%)e quattro locali (+0,5%).    
 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quanto costano le case in città? Lo rivela uno studio di Tecnocasa

PalermoToday è in caricamento