Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia Politeama / Via Francesco Crispi

A ottobre i lavori per la nuova interfaccia città-porto: "Restituiremo il mare ai palermitani"

Il presidente dell'Autorità portuale, Pasqualino Monti, presenterà domani gli interventi da 35 milioni sul molo Piave, che hanno l'obiettivo di ridurre i tempi di attesa all’imbarco e allo sbarco, ma anche di decongestionare il traffico

Ridurre i tempi di attesa all’imbarco e allo sbarco, ma anche decongestionare il traffico portuale ed eliminare le interferenze con il traffico cittadino, riorganizzando gli spazi del waterfront. E' questo l'obiettivo delle nuove infrastrutture di "ultimo miglio" per l'accessibilità al porto, che verranno presentate domani (alle 10) dall'Authority guidata da Pasqualino Monti. 

Si comincia dal molo Piave. L'intervento complessivo, dell'importo di 35 milioni di euro (1,4 milioni per la progettazione), andrà avanti 18 mesi a partire da ottobre 2021.

"L’azione dell’Autorità portuale del Mare di Sicilia occidentale - spiega il presidente Pasqualino Monti - ha dimostrato come sia possibile, anche in Sicilia, ottenere e spendere in maniera mirata i fondi europei, un puzzle di strumenti complementari a sostegno di diverse tipologie di interventi, che si legano e si fondono insieme per potenziare la rete. Niente cattedrali nel deserto ma solo opere decise dal mercato, determinanti per creare economia reale".

L'Autorità portuale domani rivelerà come sarà la nuova interfaccia città-porto e come, con questo intervento, verrà migliorato il decoro urbano. "Restituiremo - conclude Monti - il mare ai palermitani, facendo comprendere come il porto non sia una servitù bensì una risorsa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A ottobre i lavori per la nuova interfaccia città-porto: "Restituiremo il mare ai palermitani"

PalermoToday è in caricamento