Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Passante, firmato l'accordo: "Garantito il pagamento degli stipendi ai lavoratori"

Alcuni dei 30 operai attendono le spettanze da settembre, altri da novembre. Con l'intesa appena siglata la Soitek si impegna a effettuare i pagamenti entro il 15 febbraio 2018

Firmato ieri l'accordo che garantisce il pagamento degli stipendi agli operai della Soitek srl impegnati nei lavori al raddoppio elettrificato delle tratte ferroviarie dalla stazione centrale di Palermo all'aeroporto Falcone e Borsellino.

Con l'accordo, firmato nella sede della Sis, contraente generale dei lavori del passante ferroviario, la Soitek i impegna a effettuare i pagamenti entro il 15 febbraio 2018. La Sis, da parte sua, si è impegnata, in caso di inottemperanza da parte di Soitek, a effettuare per conto di quest'ultima i pagamenti dovuti direttamente alle maestranze. La Sis si impegna inoltre a monitorare mensilmente,a partire da gennaio 2018, la situazione la regolarità dei pagamenti da parte di Soitek ai lavoratori interessati ai lavori. La Soitek, con riferimento ai contratti a tempo determinato in atto, compatibilmente alle esigenze tecnico produttive, e in base ai ruoli necessari, si è impegnata a impiegare i lavoratori attualmente in forza.

Alcuni dei 30 lavoratori attendono gli stipendi da settembre, altri da novembre. “Quest'accordo impedirà di lasciare lavoratori senza stipendio per quattro, cinque o sei mesi e garantirà a tutti una retribuzione regolare – dichiarano il segretario generale Fiom Cgil Angela Biondi e Francesco Foti, della segreteria Fiom Cgil, che hanno firmato l'accordo con Sis e Soitek assieme alla Rsu –. I lavoratori si sono rivolti alla Fiom un paio di settimane fa e abbiamo fatto due giorni di sciopero. La lotta alla fine paga. Vigileremo sul rispetto degli accordi, nuovamente pronti in caso di inadempienza a riprendere le nostre azioni di protesta”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante, firmato l'accordo: "Garantito il pagamento degli stipendi ai lavoratori"

PalermoToday è in caricamento