rotate-mobile
Economia

Pienone nei ristoranti e negli alberghi, boom di stranieri: Pasqua ricca a Palermo

Ad annunciarlo il presidente regionale Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti: "La quota di consumi in Sicilia salirà del 16% rispetto allo scorso anno e nel capoluogo sarà del 18%"

"Le giornate di Pasqua si annunciano come una prima spinta positiva di un aprile fortemente attrattivo per la Sicilia con i ponti in programma per la festa della Liberazione e per il Primo maggio". Lo sottolinea il presidente regionale Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, che aggiunge: "Nello specifico, con riguardo al weekend di Pasqua secondo le stime del nostro ufficio studi che poi dovranno essere confermate dai fatti, la quota di consumi in Sicilia salirà del 16% rispetto allo scorso anno (+ 18% in particolare nelle aree metropolitane come Palermo, Catania e Messina)".

Una Pasqua "positiva" in termini di fatturato. "Ci attendiamo una Pasqua con il segno più - aggiunge Manenti - grazie soprattutto alla presenza dei visitatori stranieri e alla crescita di spesa media e consumi. Il pienone nei ristoranti (+25% rispetto al 2022) in particolare, per quanto riguarda la giornata di domani, lascia ben sperare. Così come le prenotazioni negli alberghi, in crescita del 10%, in media ovviamente, rispetto allo scorso anno, che dovrebbero passo dopo passo proiettarci verso i livelli pre-Covid che ancora, diciamolo, non sono stati affatto raggiunti".

Più prenotazioni in alberghi e ristoranti, ma anche più turisti e dunque più viaggi verso la Sicilia. "Emergono poi - conclude il presidente regionale di Confcommercio Sicilia - varie tendenze. Come, ad esempio, la crescita del 7%, rispetto allo scorso anno, delle prenotazioni per partenze dei siciliani nei giorni di Pasqua: tra le più richieste mete italiane, città d’arte, ma anche agriturismi e, in minima parte, capitali estere”.

Gianluca Manenti presidente

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pienone nei ristoranti e negli alberghi, boom di stranieri: Pasqua ricca a Palermo

PalermoToday è in caricamento