menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, boom del sommerso: "A Palermo 3 mila esercizi di cui nessuno sa nulla"

L'allarme di Federalberghi, che ha realizzato un'indagine sul territorio nazionale con un focus sul capoluogo siciliano: "Mercato inquinato"

Il ricettivo sommerso nel settore turistico in Sicilia cresce senza sosta ed inquina il mercato. È quanto emerge dal rapporto realizzato da Federalberghi nazionale con la collaborazione tecnica di Incipit su dati Inside Airbnb. Un lavoro effettuato sul territorio nazionale con un focus nelle grandi città e che vede interessata anche la città di Palermo ed il suo territorio metropolitano.

"Nella sola città di Palermo circa 3mila esercizi di cui nessuno sa nulla. Arriviamo a oltre 5mila se guardiamo a tutta la provincia - ha detto il direttore generale di Federalberghi Alessandro Nucara -. Questo significa che un numero impressionante di persone ogni sera in alloggi che nessuno conosce. E un grande mercato, c è posto per tutti ma tutti devono lavorare rispettando le regole".

In soli 10 mesi, da ottobre 2015 ad agosto 2016, nel solo comune di Palermo risultano il 15,9% di inserzioni in più, raggiungendo quota 2.901 alloggi. L 86,8% risultano disponibili per oltre 6 mesi all anno. "Un fenomeno che deve essere riconosciuto, osservato, analizzato a cui bisogna porre rimedio. I dati di crescita della città ci sono, ma se pensiamo a tutto quello che sfugge alle imprese ricettive, parliamo di tanti e tanti milioni di euro. Questo non lo possiamo permettere in un momento in cui le strutture ricettive faticano a stare sul mercato malgrado i numeri in aumento e non riescono a dare posti di lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento