menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palermo torna indietro di 50 anni: riecco i lustrascarpe

Da via Ruggero Settimo a piazza Borsa: 10 postazioni nei punti nevralgici della città per offrire nuove possibilità di lavoro e, allo stesso tempo, far rivivere un mestiere ormai scomparso: "Non ci saranno limiti di età"

Dieci postazioni nei punti nevralgici della città per offrire nuove possibilità di lavoro e, allo stesso tempo, far rivivere un mestiere ormai scomparso, quello del lustrascarpe. L'iniziativa è del presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina, che invita gli interessati a proporre la propria candidatura. Chi verrà scelto farà parte di una cooperativa le cui spese saranno sostenute dall'associazione.

"I selezionati - spiega Reina - saranno poi formati da storici artigiani con un corso gratuito. Chiederemo al Comune l'autorizzazione per collocare le varie postazioni, che prevediamo sotto i portici di via Ruggero Settimo, in via Libertà, piazza Castelnuovo, via Emerico Amari, piazza San Domenico, piazza Borsa, piazza Verdi, via Maqueda, corso Vittorio Emanuele e stazione centrale".

Il presidente di Confartigianato Palermo aggiunge: "Non ci sono limiti di età, perché i giovani potranno scoprire un antico mestiere, mentre chi ha già lavorato nel settore potrà rimettere in atto la propria esperienza", dice Reina. E' possibile inviare il proprio curriculum all'indirizzo mail presidente@confartigianatopalermo.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento