Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Fiat, gli operai tornano in fabbrica: ma solo per i prossimi otto giorni

I lavoratori sono rientrati dopo la cassa integrazione. Ora si aspetta la riunione di domani al ministero dello Sviluppo tra sindacati, istituzioni e Dr Motors. Secondo alcune voci una quota di capitale della newco potrebbe essere pubblica

Operai allo stabilimento Fiat (foto di repertorio)

Rassegnazione e preoccupazione per il futuro. Sono i sentimenti degli operai che hanno varcato stamani i cancelli della Fiat a Termini Imerese dopo l'annuncio di ieri riguardo la fine della produzione, prevista il 23 novembre. I lavoratori, rientrati dopo giorni di cassa integrazione, attendono con ansia la riunione di domani al ministero dello Sviluppo, dove sindacati e istituzioni incontreranno la Dr Motor, a un passo dall'acquisizione della fabbrica che Fiat abbandona dopo 41 anni.

“L'annuncio che il 23 novembre sarà l'ultimo giorno di produzione - dice Agostino Cosentino, delegato Fiom - non ci ha colpiti più di tanto. Sapevamo da tempo che Fiat se ne sarebbe andata, ci avrebbe choccato se ci avessero comunicato il mantenimento della produzione anche a gennaio”. Intanto con una delibera approvata ieri sera, il governo regionale ha stanziato 1,5 milioni di euro come sostegno al reddito dei 2.200 operai della Fiat e dell'indotto.

Intanto una quota del capitale della newco creata dall'imprenditore Massimo Di Risio per rilevare gli asset dismessi dalla Fiat a Termini Imerese potrebbe essere pubblica. L'ipotesi filtra alla vigilia della riunione al ministero dello Sviluppo tra la Dr Motor e i sindacati, alle prese con le battute finali della trattativa. Secondo fonti bene informate, lo Stato comparteciperebbe nel capitale attraverso Invitalia, braccio finanziario del Tesoro, grazie alla legge 181 del 1989 che consente l'intervento dello Stato nelle aree produttive colpite da crisi, accompagnando le aziende in un processo di localizzazione che riqualifichi il territorio. L'intervento riguarderebbe la Magneti Marelli, società controllata dalla Fiat, che a Termini Imerese conta circa 180 operai.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat, gli operai tornano in fabbrica: ma solo per i prossimi otto giorni

PalermoToday è in caricamento