rotate-mobile
Economia

Nasce a Palermo il primo centro per la tutela del pianeta: "Così recupereremo il Roosevelt"

La struttura coordinerà un pacchetto di progetti sui temi dell'ambiente, della salute, del clima e della biodiversità. A promuoverlo, in sinergia, l'università di Palermo e Arpa Sicilia, l'agenzia regionale per la protezione ambientale

Nasce a Palermo un centro per la la tutela del pianeta. Coordinerà un pacchetto di progetti sui temi dell'ambiente, della salute, del clima e della biodiversità. Lo promuovono l'università di Palermo e Arpa Sicilia, l'agenzia regionale per la protezione ambientale.

Il centro, che punterà sul trasferimento tecnologico con il coinvolgimento di 25 imprese, sarà attivato nel complesso Roosvelt che la Regione ha affidato all'Arpa per farne anche un modello di recupero di aree urbane degradate. Le strategie formative e gli obiettivi del Healthy Planet Center sono stati presentati dal rettore Massimo Midiri e dal presidente dell'Arpa, Vincenzo Infantino.

"Tutte le attività previste saranno ad elevato contenuto tecnologico e verranno effettuate dentro il complesso Roosevelt, che sarà appositamente recuperato con la realizzazione di nuovi spazi innovativi presso i quali verrà realizzato un programma di attività, che saranno svolte anche con il supporto dell’Ateneo", si legge in una nota.

"Accompagneremo - ha detto Midiri - i processi di transizione industriale e tecnologica delle imprese e delle filiere regionali del settore salute e ambiente con progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale". L'attività si svolgerà in un contesto a forte carattere innovativo, "aperto a significative connessioni con il comparto della ricerca fondamentale e applicata".

Le competenze di UniPa e di Arpa Sicilia si uniranno in un ambiente "open science" per promuovere un ufficio interamente dedicato al trasferimento tecnologico con il monitoraggio dell'ambiente e la creazione di sensori e applicazioni per smartphone di nuova generazione. Il progetto utilizzerà finanziamenti statali e fondi del Pnrr. Con l'avvio dell'attività del centro saranni attivati, secondo un piano di alta formazione, il primo corso di laurea in Biodiversità e innovazione tecnologica (Bit) nel polo universitario di Trapani. In progetto e nuovi master e dottorati di ricerca.

Così Vincenzo Infantino, direttore Arpa Sicilia: "L’Healthy Planet Center rappresenterà, ed in parte lo è già, un luogo nel quale implementare strumenti, tecnologie, competenze, infrastrutture e professionalità, che contribuiranno a rendere la nostra Agenzia, entro il 2026, una struttura regionale più forte, autorevole, credibile, rinnovata, digitalizzata e collegata in rete. In tal senso la Regione Siciliana ha assegnato alla nostra Agenzia il bene demaniale dell’ex complesso “Roosevelt” con l’intento di coniugare il recupero e la valorizzazione di un bene demaniale in stato di degrado e di abbandono con il germe di una progettualità complessa che rappresenti una opportunità per i giovani, per la società civile, per il mondo delle imprese. Un grande impegno che ci siamo assunti insieme ad un partner importante che è l’Università degli studi di Palermo con il coinvolgimento di docenti, ricercatori e tecnici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce a Palermo il primo centro per la tutela del pianeta: "Così recupereremo il Roosevelt"

PalermoToday è in caricamento