rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia Partanna-Mondello / Viale Principe di Scalea

Mondello Palace, lavoratori licenziati: pronto contratto a termine

Conclusa la procedura di licenziamento: i dipendenti che si occupano dei servizi di sala, bar e caffetteria non avranno più un contratto a tempo indeterminato. Saranno impegnati 8 mesi all'anno

Una soluzione di compromesso. Non avranno più un contratto a tempo indeterminato, ma lavoreranno almeno otto mesi all'anno gli 11 impiegati del Mondello Palace Hotel che si occupano dei servizi di sala, bar, caffetteria economato e cucina. 

E' quanto prevede l'accordo raggiunto oggi dai sindacati e la proprietà della struttura alberghiera, che conclude così la procedura di licenziamento avviata dalla società lo scorso luglio. "Abbiamo rappresentato sempre la nostra totale contrarietà ai licenziamenti - dichiara Mimma Calabrò, segretario Fisascat Cisl Palermo-Trapani - ricercando soluzioni condivise che potessero garantire la continuità lavorativa di 11 dei 16 addetti coinvolti. La società, seppur determinata nella chiusura del reparto, ha accolto le istanze del sindacato sulla necessità di garantire quanto più possibile occupazione e reddito ai lavoratori. Pertanto, tenuto conto delle professionalità impiegate nella struttura da anni, la società si è impegnata a riassumere il medesimo personale alla riapertura del reparto con contratto di lavoro a tempo determinato stagionale non inferiore agli otto mesi continuativi e comunque per anno solare".

Ai lavoratori verranno assicurati il livello e la mansione contrattuale maturata. Nonché l'importo retributivo goduto con la salvaguardia dell'anzianità di servizio convenzionale e il riconoscimento del quantum pari all'importo degli scatti di anzianità. Formalmente quindi 11 dei 16 addetti del Mondello Palace Hotel sono stati licenziati, ma verranno riassunti con contratto a tempo determinato. 

"Con amarezza, in una Isola che di turismo dovrebbe vivere, registriamo da parte delle aziende del turismo la necessità di sopravvivere", conclude Calabrò, secondo cui è arrivato il momento che "istituzioni, parti sociali, datoriali e imprese siano i promotori di soluzioni che, attraverso la destagionalizzazione, tendano allo sviluppo e alla sana occupazione. Solo allora il turismo potrà essere reale volano della nostra economia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondello Palace, lavoratori licenziati: pronto contratto a termine

PalermoToday è in caricamento