La vicenda dei 17 lavoratori dell’ex Motel Agip: "Triste epilogo, saranno licenziati"

Incontro nei locali del Centro per l’Impiego. Il verbale siglato con esito negativo ha messo la parola fine all’iter amministrativo della procedura. Il commento dei sindacati: "Continueremo a lottare nelle sedi opportune per mantenere puntati i riflettori su questa vertenza dai caratteri paradossali"

Nuovi risvolti nella vertenza che coinvolge i 17 lavoratori dell’ex Motel Agip di Palermo. Proprio oggi, infatti, si è svolto l’incontro presso il Centro per l’Impiego di Palermo al quale l’Aegypius Dea Hotel è intervenuta per il tramite di un suo delegato. Il verbale siglato con esito negativo ha, dunque, messo la parola fine all’iter amministrativo della procedura.

“Triste epilogo per la vertenza che coinvolge questi lavoratori che presto vedranno recapitarsi le lettere di licenziamento  - afferma Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani -. La fase sindacale si è appena conclusa ma per noi rappresenta soltanto un punto di inizio. Non ci fermeremo qui. Continueremo a lottare presso le sedi opportune, sempre al fianco dei lavoratori e delle loro famiglie, per mantenere puntati i riflettori su questa vertenza dai caratteri paradossali. Più volte, come Fisascat, abbiamo sottolineato come l’hotel non fosse stato colpito della crisi ma soltanto oggetto di “prenditori” che hanno tratto il massimo profitto dalle potenzialità della struttura e, soprattutto, dalla professionalità dei lavoratori che hanno continuato a garantire il massimo funzionamento dell’hotel nonostante le avversità -continua la Calabrò -. Abbiamo chiesto all’azienda il pagamento delle spettanze non ancora corrisposte e il relativo versamento contributivo per non creare un ulteriore nocumento ai lavoratori per la richiesta della Naspi dal momento che l’INPS ne calcola il periodo di concessione sulla contribuzione utile degli ultimi 4 anni”

“Siamo stremati dai numerosi stipendi arretrati che non ci permettono più di poter sostentare le nostre famiglie - affermano Alessandro Bellavista e Placido Spataro RSA della Fisascat Cisl - questi imprenditori ci hanno mortificato come lavoratori e come persone ma, malgrado tutto, continueremo a lottare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Terrasini, rissa mortale dopo la discoteca: "In un video la coltellata fatale"

Torna su
PalermoToday è in caricamento