menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro e cantieri fermi: "700 milioni di euro del Patto per Palermo ancora in stand-by"

La denuncia della Filca Cisl: "I candidati a sindaco dicano qual è la programmazione per l'edilizia pubblica e privata senza promesse in salsa elettorale"

Ventidue incompiute fra Palermo e provincia, 97 milioni di euro del piano triennale delle opere pubbliche da poter utilizzare in tempi brevi, oltre 700 milioni di euro del Patto per Palermo ancora in stand-by. "Se partissero tutti questi cantieri - dichiara Paolo D'Anca segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani - la città e l'intera area metropolitana potrebbero contare su infrastrutture migliori, su nuove strutture abitative e si darebbe una boccata d'ossigeno al comparto delle costruzioni oggi in crisi profonda".

Il segretario generale degli edili della Cisl di Palermo e Trapani rilancia il tema dell'edilizia pubblica, invitando i candidati sindaco di Palermo a dire con chiarezza quali siano i loro programmi per questo settore. "A pochi giorni dalle elezioni comunali - continua D'Anca - non abbiamo ascoltato ancora proposta pragmatiche per l'edilizia pubblica e di sostegno a quella privata. Non ci interessano le promesse in salsa elettorale ma interventi concreti e specifici. Chi si candida a essere sindaco di Palermo indichi la programmazione relativa al settore a Palermo e nell'area metropolitana". Paolo D'Anca ribadirà quest'invito al dibattito con i candidati sindaco, organizzato dall'Ance Palermo per il 5 giugno, dalle 15 a Palazzo De Seta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento