Economia

Lavoro, Confintesa: "Gli Asu meritano risposte concrete"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"A distanza di sei mesi di inattività pressoché assoluta si è riaperto il tavolo tecnico sulle problematiche relative alla stabilizzazione dei circa  5200 lavoratori Asu siciliani. Sorprende il fatto che le proposte presentate  dalle organizzazioni sindacali giugno scorso, su espresso invito dell’assessore, non siano ancora state opportunamente analizzate e vagliate anche in ordine alla fattibilità tecnico/giuridica”. Lo dice  il coordinatore provinciale di Confintesa per i Precari, Rosario Greco, in merito all'incontro presso il dipartimento regionale al Lavoro con l'assessore regionale al Lavoro, Mariella Ippolito. 

“Confintesa propone segnali immediati a favore di questa volontà di svolta da parte della classe politica, come ‘liberare’  oltre 1000 lavoratori dal cappio di cooperative ed enti privati, permettendo la mobilità di questo personale presso enti pubblici o società controllate dalla regione. Tutto ciò non comporterebbe nessun costo aggiuntivo per la regione che potrebbe destinare queste unità lavorative a servizi pubblici che certamente ne trarrebbero giovamento. Confidiamo che l’assessorato accelleri i tempi per la verifica delle proposte al fine di convocare le parti sociali già per fine novembre, magari con idee più chiare e con proposte concrete e convincenti, per capire quale sia il percorso più agevole per il raggiungimento della stabilizzazione di una platea di lavoratori troppo spesso discriminati”, conclude Rosario Greco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Confintesa: "Gli Asu meritano risposte concrete"

PalermoToday è in caricamento