Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Lavoratori Asu, Confintesa: "Mensilità arretrate pagate, avviare la stabilizzazione"

Le proteste sbloccano il pagamento degli stipendi arretrati per più di cinquemila lavoratori. L'appello del coordinatore provinciale di Confintesa al Governo regionale: "Porre fine ad una vergogna lunga 20 anni"

Lavoratori Asu in piazza

Dopo le proteste, sbloccato il pagamento degli stipendi di dicembre e gennaio per gli oltre 5 mila lavoratori Asu siciliani. A darne notizia è il coordinatore provinciale di Confintesa per i precari, Rosario Greco: "Lo sblocco dei sussidi è soltanto la punta dell’iceberg, rimane ancora la concretizzazione della legge regionale 8/2017 che prevede l’avvio di un percorso di stabilizzazione per questa platea di lavoratori”. 

Il coordinatore lancia un appello al Governo regionale per mettere fine ad una situazione che va avanti da almeno 20 anni: “Appare inverosimile che ci siano lavoratori utilizzati dal dipartimento regionale Beni Culturali presso i vari siti intermedi o altri lavoratori bloccati da vari enti tramite escamotage legislativi. Ancor più incomprensibile è sicuramente la vicenda di circa 52 lavoratori che, come previsto dalla legge, hanno optato per la fuoriuscita dal bacino Asu e dopo 10 mesi non hanno ancora avuto risposta. Ci auguriamo vivamente che il governo Musumeci, con in testa l’assessore regionale al Lavoro, possa porre fine ad una vergogna che certamente non ha precedenti”.

“Capire se la legge regionale - aggiunge il segretario generale di Confintesa Sicilia, Antonio Russo - ha validità concreta e gli eventuali meccanismi di individuazione dei nuovi enti utilizzatori sono operazioni prioritarie ed essenziali. Ci aspettiamo certamente che le forze politiche si attivino affinché possa essere garantito ai lavoratori ciò che è stato promesso ad aprile con l’approvazione della legge finanziaria regionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Asu, Confintesa: "Mensilità arretrate pagate, avviare la stabilizzazione"

PalermoToday è in caricamento