Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Formazione, scongiurato il licenziamento dei 32 lavoratori del Cirpe: scatta la solidarietà

Attivato il Fondo d'integrazione sociale che prevede la riduzione dell’orario mensile, la variazione delle mansioni e la mobilità interprovinciale. Graziamaria Pistorino, segretaria generale della Flc Cgil Sicilia: "Soluzione transitoria"

Graziamaria Pistorino, segretaria generale della Flc Cgil Sicilia

Scongiurato il licenziamento di 32 lavoratori dell’ente di formazione professionale Cirpe. “Grazie all’accordo che abbiamo siglato lo scorso mese - dichiara Graziamaria Pistorino, segretaria generale della Flc Cgil Sicilia - è stato attivato il Fondo di integrazione salariale per il periodo che va dal 16 gennaio al 31 agosto prossimo". 

Si tratta di un’importante soluzione transitoria, in vista dell’imminente pubblicazione dei bandi annunciata dall’assessore Lagalla che dovrebbe rimettere in moto il settore della formazione professionale. La solidarietà concordata prevede una riduzione delle ore contrattuali non superiore al 60% dell’orario mensile, la variazione delle mansioni come stabilito dall’articolo 25 del contratto collettivo, qualora fosse necessaria, e la mobilità interprovinciale per le ore necessarie al completamento dell’impiego contrattuale con rimborso dei costi per lo spostamento. Inoltre, l’ente si è impegnato a considerare la richiesta delle organizzazioni sindacali di conteggiare tra le ore di lavoro il tempo impiegato dai lavoratori per gli spostamenti.

“In questo modo – conclude Pistorino – siamo riusciti a salvare tutti i posti di lavoro, nell’attesa che l’ente possa riprendere le proprie attività a pieno regime. Mentre proprio oggi, a Palermo, abbiamo incontrato i lavoratori per spiegare i dettagli dell'accordo e il percorso che ci apprestiamo a compiere da qui ai prossimi mesi”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione, scongiurato il licenziamento dei 32 lavoratori del Cirpe: scatta la solidarietà

PalermoToday è in caricamento