Keller, tutto finito: sprofondano nel dramma 200 lavoratori palermitani

E' l'ultimo atto del fallimento. La Corte d'appello del tribunale di Cagliari, sezione civile, ha emesso il verdetto che sancisce di fatto la fine dell'azienda di carrozze ferroviarie, che aveva lo stabilimento secondario a Carini

Tramontano anche le ultime speranze. La Keller è fallita. La Corte d'appello del tribunale di Cagliari, sezione civile, ha emesso il verdetto che sancisce di fatto la fine dell'azienda di carrozze ferroviarie, con stabilimento primario a Villacidro, in Sardegna, e secondario a Carini, in Sicilia. Sprofondano nel dramma i 200 i lavoratori dello stabilimento palermitano, che già nelle scorse settimane avevano iniziato a ricevere le lettere di licenziamento collettivo.

E' l'ultimo atto del fallimento. Le speranze si erano quasi completamente sbriciolate quando - nelle scorse settimane - il giudice aveva dichiarato che non potevano sussitere le condizioni per l'amministrazione straordinaria, accogliendo le richieste dei creditori e respingendo quelle di ministero dello Sviluppo economico, enti locali e sindacati. I lavoratori hanno chiesto la riapertura del tavolo e l'intervento della Regione, ma è stato tutto inutile. La Corte d'appello ha adesso stabilito che non esistono i requisiti per cercare una soluzione alla crisi aziendale attraverso l'amministrazione straordinaria da parte di un commissario di nomina ministeriale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Miglior street food di Palermo, arriva Alessandro Borghese con i suoi "4 Ristoranti"

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Morte di Giuni Russo, le rivelazioni di Donatella Rettore in tv e la polemica: "Non dice la verità"

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento