Economia

Cinisi, raddoppia l’Irpef: l'addizionale passa dallo 0,4 allo 0,8

L'aumento della tassa è stato introdotto attraverso il voto al bilancio preventivo 2012. Hanno detto sì 10 consiglieri della maggioranza e il consigliere Giuseppe Manzella

L'abbazia dei Benedettini, sede del Comune di Cinisi

In arrivo un'altra stangata per i residenti di Cinisi. L'irpef raddoppia: l'aliquota dell'addizionale passa dallo 0,4 allo 0,8 ovvero il massimo stabilito dalla legge. Lo hanno deciso i dieci consiglieri della maggioranza insieme al consigliere Giuseppe Manzella votando il bilancio di previsione 2012.

L'aumento dell'imposta sul reddito delle persone fisiche porterà nelle casse comunali circa 530 mila euro. Nel 2011, infatti, sono stati 280 mila gli euro raccolti dal Comune attraverso l'imposizione di questa tassa.

Cos'è l'addizionale comunale Irpef? E' una quota aggiuntiva delle imposte sui redditi per le persone fisiche che i comuni hanno la facoltà di imporre per le loro necessità di bilancio. Non è quindi obbligatoria. Si aggiunge a quella regionale. E deve essere pagata da tutti coloro che sono soggetti all'Irpef (sono escluse le imprese o le persone fisiche esenti).


Oltre una quota fissa uguale per tutti i comuni, decisa dal ministero delle Finanze, ogni comune può aggiungere una sua quota "di compartecipazione" all'addizionale fino a un'aliquota massima dello 0,8%. L'amministrazione Palazzolo ha scelto di alzare la quota comunale al massimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi, raddoppia l’Irpef: l'addizionale passa dallo 0,4 allo 0,8

PalermoToday è in caricamento