rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Economia

Dalle auto alle banche, Iolanda Riolo: "Io donna imprenditrice, così guiderò l'Irfis"

L'ex assessore della Giunta Orlando è stata eletta ieri presidente dell’istituto finanziario della Regione: "Grazie al presidente Schifani per la scelta e la fiducia accordatami. Sento la responsabilità come cittadina e manager, da sempre dentro il mondo d’impresa. Servono visione e lavoro di squadra"

Iolanda Riolo, imprenditrice a capo dell’omonimo gruppo di concessionarie, è stata eletta presidente dell’istituto finanziario della Regione Siciliana. “Grazie al presidente Schifani per la scelta e la fiducia accordatami. Sento la responsabilità come cittadina e manager, da sempre dentro il mondo d’impresa” 

“Visione, senso di responsabilità e lavoro di squadra: questa la ricetta per navigare nel mare di questa nuova sfida”. Con queste parole la neo presidente Riolo commenta il nuovo incarico che la vede alla guida dell’Irfis, l’istituto finanziario della Regione Siciliana. L’imprenditrice palermitana a capo delle concessionarie automobilistiche dell’omonimo gruppo è stata scelta dal presidente Renato Schifani ed eletta dall’assemblea dei soci.  

Imprenditrice nel settore dell’automotive, Iolanda Riolo è oggi socio di maggioranza e manager del Gruppo Riolo. “Provo gratitudine per questa nomina - commenta - nei confronti di chi ha pensato a un’imprenditrice donna per rivestire un incarico così importante. Un’imprenditrice che non ha a che fare con il mondo della politica se non come cittadina che vive in un dato territorio e, in base alle proprie competenze ed esperienze, si mette a disposizione”.

Chapter leader per la Bocconi Alumni Community, è anche cavaliere del Marketing ed ex assessore comunale all’Innovazione e alla Mobilità in una delle Giunte guidate da Leoluca Orlando. “La mia passione per il mondo dell’impresa ha origini lontane - prosegue Iolanda Riolo -. Sin da bambina ho respirato aria di azienda grazie alle persone che avevo intorno. Sono cresciuta ammirando mia nonna Iolanda Riolo, donna manager degli anni ’50 nell’azienda di famiglia. Io con lei, prima nella concessionaria in via delle Alpi poi con sua figlia - mia zia - in via Siracusa, passavo le mie estati in ufficio. Ecco perché per me quella dell’azienda è una dimensione naturale. So cosa significa mettersi al servizio di un’impresa e dare la propria vita per vederla crescere. Riconosco il valore non soltanto quantitativo di un’azienda, ma anche espresso in termini ‘qualitativi’. Il merito è certamente la chiave di volta delle aziende di successo, ma può assumere valori diversi a seconda di chi lo interpreta. Ecco in cosa può consistere il mio nuovo ruolo teso a valorizzare le qualità delle imprese del nostro territorio”. 

Membro dell’Aidda (Associazione Italiana Donne Dirigenti d'Azienda), da imprenditrice visionaria, è anche founder del progetto “L'impresa al centro”, un network virtuoso pensato per mettere in rete le aziende del territorio. “Anche nel mio lavoro ho dovuto curare le risorse finanziarie - spiega ancora - mantenendo quasi una doppia posizione. Ho cominciato con una piccola azienda che contava appena 30 dipendenti, per poi ricevere la fiducia non solo delle diverse case automobilistiche ma anche delle banche e così crescere”.

È la fiducia, dunque, la parola chiave. “Senza fiducia - conclude Riolo - ma anche senza progettualità non si può diventare grandi. Ecco perché, insieme alla visione, servono progetti a medio termine e un’ottima squadra su cui poter contare. L’organizzazione di un’azienda è un asset cui dare un valore preponderante in un contesto socio-economico così turbolento come quello che tutte le aziende stanno vivendo in questi giorni segnati dagli scenari bellici e dalle naturali refluenze nel settore bancario”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle auto alle banche, Iolanda Riolo: "Io donna imprenditrice, così guiderò l'Irfis"

PalermoToday è in caricamento