Al via il progetto “Incubatrice Crowdfunding" per sostenere gli artisti siciliani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Valorizzare giovani artisti siciliani attraverso due campagne di crowdfunding su due delle piattaforme più importanti in Italia. Parte così il primo laboratorio di crowdfunding, ovvero la raccolta di fondi attraverso piccoli contributi erogati tramite internet, sostenuto dalla Regione Siciliana. Il progetto “Incubatrice Crowdfunding”, elaborato dall’associazione Crowd F(o)undation, ha ricevuto un finanziamento totale di 20 mila euro. Grazie alla somma ricevuta è nato un laboratorio della durata di dieci mesi. L’obiettivo? Creare, sviluppare e lanciare due campagne di raccolta fondi tramite internet per due progetti  artistici (“Four Guys One Carbonara”e “Supo”), selezionati nell’ambito dell’avviso della Regione “Creazioni Giovani”, rivolto a ragazzi siciliani di età compresa tra i 16 e i 23 anni. Il primo abbraccia la musica, il secondo il campo dell’audiovisivo. 

Sono stati inoltre selezionati altri otto giovani dell’Isola, provenienti dalla facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università e dall’Accademia delle Belle Arti, che hanno lavorato attivamente alla creazione delle campagne durante l’attività di laboratorio.  Da qui il tutoraggio, la creazione del sito (www.incubatricecrowdfunding.com), la produzione di video e grafiche, la gestione della comunicazione on line e delle strategie di promozione e il lancio delle due campagne su due piattaforme. 

La prima, attraverso cui si potrà visionare il materiale e conoscere il gruppo teatrale per decidere di dar loro un piccolo contributo, è https//:www.eppela.com/it/projects/13610-supo 

Con i fondi ottenuti dalla campagna a micro-budget sarà possibile realizzare il loro progetto, un cortometraggio dal titolo “Supo”. Parola, questa, che in esperanto vuol dire “minestra” e dove il tema è la condivisione, in un mondo che cambia sempre più velocemente. Si potranno così finanziare scenografie e costumi, la produzione e distribuzione nei festival e le diarie e il trasporto dei componenti della troupe. Si tratta di un gruppo composto da quattro giovani con la passione comune per il teatro. Studenti della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo, hanno da poco partecipato a Odissea Movimento n°1 di Emma Dante e sono in tournée per presentare lo spettacolo a Pordenone, Roma, Napoli e altre città italiane.

“Abbiamo scelto questo titolo per il nostro cortometraggio perché l’esperanto è una lingua che vuole essere di tutti e per tutti. Una lingua che unisce più lingue, modi di vivere e di pensare, con lo scopo di favorire il dialogo fra i popoli e diffondere ideali di pace, fiducia e speranza. In un futuro prossimo dove ceti ed etnie diverse si troveranno come commensali della stessa tavola, fino a che punto e cosa saranno disposti a sacrificare per convivere l’uno con l’altro? Diffidenze, antipatie e preconcetti continueranno ad esistere?”, commentano i componenti del gruppo.

La seconda piattaforma lancia invece il progetto musicale del gruppo “Four Guys One Carbonara”: https://www.musicraiser.com/it/projects/7801

Composta da quattro giovani amici - Gabriel, Salvo, Mario, Claudio – la formazione compone brani inediti, ognuno con un genere a sé. Nel 2016 ha vinto il contest musicale “Rock10elode” con il brano “Resta”, scritto e composto dal frontman Gabriel e, da qualche settimana, anche il contest siciliano “Ci suono anch' io”. Il gruppo è stato inoltre selezionato per rappresentare la Sicilia al “WANTED PRIMO MAGGIO 2017” all' Hiroshima Mon Amour di Torino. Con il ricavato della raccolta fondi in rete attraverso la campagna di crowdfunding si realizzerà la produzione completa dell'album, dalla registrazione in studio dei brani al mixaggio, dalla masterizzazione e stampa di 500 copie, alle spese per tributi e imposte di deposito come la Siae, fino al packaging.

Torna su
PalermoToday è in caricamento