rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Economia Tribunali-Castellammare / Via Giovanni Meli

Inaugurato nuovo sportello per colf e badanti: "Lavoratrici troppo spesso precarie e sfruttate"

Si trova in via Meli, sarà aperto il giovedì dalle 16,30 alle 18: "Un servizio utile anche per conoscere i diritti e il contratto di lavoro"

Inaugurato oggi in via Meli, 5, presso la sede della Camera del Lavoro di Palermo, il nuovo sportello dedicato a colf e badanti del Caaf Cgil, in collaborazione con la Filcams Cgil Palermo e con l’ufficio migranti Cgil Palermo. Lo sportello resterà aperto ogni giovedì dalle 15,30 alle 18 e la responsabile del servizio, offerto a cittadini italiani e stranieri, è Antonina Ragusa, esperta di servizi fiscali al Caaf Cgil Sicilia dal 2001.

“Con l’apertura del nuovo sportello dedicato a colf e badanti, il Caaf Cgil Sicilia afferma la propria utilità sociale nella provincia di Palermo – afferma Emanuela Bortone, coordinatrice dei servizi della Cgil Palermo -  Riconoscere, valorizzare e qualificare il lavoro di cura, sostenere le famiglie e le persone non autosufficienti, mettere in rete le risorse e le opportunità è possibile se si affermano i diritti di chi cura e i diritti di chi è curato. I servizi offerti dal nostro Caaf vanno ben oltre la semplice assistenza nella compilazione della dichiarazione dei redditi: il nuovo sportello mette a disposizione delle famiglie, così come di colf e badanti, i suoi servizi di assistenza fiscale”.

“Colf, badanti e assistenti familiari sono per lo più per lo più donne e straniere, troppo spesso precarie che, in tema di riconoscimento dei diritti, scompaiono dietro un portone – aggiunge Giuseppe Aiello, segretario generale Filcams Cgil Palermo -   Sono lavoratrici e lavoratori ai quali la Flcams offre supporto e assistenza per la tutela e la rivendicazione dei propri diritti,  per  conoscere il contratto collettivo nazionale che regola il loro  rapporto di lavoro, per spiegare e leggere i prospetti  paga  ed evidenziare eventuali mancanze economiche e normative da parte del datore di lavoro, mettendo a disposizione la rete dei servizi  Cgil. La Filcams in questi anni ha anche avviato corsi e percorsi utili a formare e informare lavoratrici e lavoratori per la cura e l'assistenza familiare”.

“Il nostro giovedì si arricchisce di questo servizio fondamentale per i nostri assistenti e anche per i datori di lavori che vogliono rispettare il contratto collettivo nazionale – aggiunge la responsabile migranti Cgil Palermo Bijou Nzirirane -  L’80 per cento delle donne che vengono nei nostri uffici sono badanti e Colf. Per i migranti conoscere i doveri e diritti è fondamentale ma anche per i datori di lavoro, per evitare tutti i disagi dello sfruttamento lavorativo. In questa nostra società che invecchia c’è sempre bisogno delle lavoratrici di cura e noi abbiamo notato che tante di loro vengono sfruttate e vivono condizioni difficili nel luogo lavoro. Riuscire a fare questo sportello ci aiuta a entrare in contatto con i datori di lavoro e spiegare bene quali sono i diritti e i doveri di queste lavoratrici e a rispettare i loro diritti”.

I servizi messi a disposizione per le famiglie e le collaboratrici domestiche sono: stipulazione del contratto di lavoro per colf e badanti, comunicazione per via telematica all'Inps dell'inizio del rapporto di lavoro, predisposizione della lettera di assunzione del rapporto di lavoro, stesura delle buste paga, dei pagamenti alla pubblica amministrazione trimestrali relativi ai contributi da versare all'Inps, della dichiarazione sostitutiva della CU e dell'eventuale certificazione per usufruire, nella dichiarazione dei redditi, della detrazione fiscale concessa per l'assistenza a soggetti non autosufficienti.  E ancora: predisposizione della lettera di cessazione del rapporto di lavoro, così come della comunicazione telematica all’Inps della conclusione del rapporto di lavoro e elaborazione del calcolo del Tfr.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato nuovo sportello per colf e badanti: "Lavoratrici troppo spesso precarie e sfruttate"

PalermoToday è in caricamento