rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Economia

Uiltucs: "Stipendi in ritardo all'Hotel delle Palme", ma la proprietà smentisce

Il sindacato guidato da Marianna Flauto ha diffidato l’azienda chiedendo rispetto e maggiore attenzione ai diritti dei lavoratori. Corvaia Group: "Realtà diversa da quella descritta dalla sigla"

Scoppia la protesta dei 50 dipendenti dell’Hotel delle Palme di Palermo. I lavoratori lamentano cronici ritardi nel pagamento degli stipendi e una gestione del personale che presenta gravi criticità. La Uiltucs Sicilia guidata da Marianna Flauto ha diffidato l’azienda chiedendo rispetto e maggiore attenzione ai diritti dei lavoratori. Nei giorni scorsi avevano protestato i sindacati dei lavoratori che si sono occupati della ristrutturazione dell’immobile. Adesso è la volta dei dipendenti della struttura alberghiera. Ma Corvaia Group che gestisce l'Hotel delle Palme smentisce: "Apprendiamo in maniera incredula dell’infondata e lesiva notizia diramata da una sigla sindacale secondo cui la nostra società non avrebbe provveduto a pagare gli stipendi nei confronti della società cui l'attuale gestione dell’Hotel aveva affidato i servizi di pulizia".

Secondo la Uiltucs, alcuni lavoratori erano stati assunti da una società di pulizia delle camere che operava in appalto, "la quale ci informa - spiega il sindacato - che non ricevendo i pagamenti da parte dell’albergo, non è riuscita a garantire gli stipendi con puntualità e certezza e ha deciso di rinunciare all'appalto. Gli stessi lavoratori sono poi stati internalizzati dalla struttura ricettiva ma i pagamenti continuano ad arrivare in ritardo ed ancora sono creditori delle spettanze di fine rapporto".

“Non solo - spiega Marianna Flauto - ma ci hanno segnalato che alcuni ricevono prima lo stipendio, altri dopo. Abbiamo chiesto all'azienda quale criterio adotti ma nessuno ci ha risposto. È una situazione inaccettabile, non si può pensare di gestire in questo modo un albergo a 5 stelle, fiore all’occhiello di questa città. I lavoratori non possono aspettare i comodi del gestore, sono trattati malissimo e così non si può andare avanti. Siamo pronti a forti azioni di protesta e invitiamo l’amministrazione  che era intervenuta per sostenere l’apertura dell’albergo, a intervenire a tutela dei dipendenti e invitiamo la proprietà Zyz che ha dato in gestione la struttura alberghiera ad intervenire affinché la situazione si regolarizzi. Comprendiamo  il momento ma non possiamo accettare che le retribuzioni non vengano pagate alle regolari scadenze  mettendo in ginocchio intere famiglie e il loro sostentamento".

Diversa la versione del gruppo che gestisce l'hotel: "Secondo quanto è dato leggere nella detta nota stampa, tale società di pulizie avrebbe deciso di rinunciare all’affidamento poiché la gestione dell’hotel non avrebbe garantito la puntualità dei pagamenti. La realtà è che la rescissione dell’appalto è stata eseguita in danno della precedente società che gestiva il servizio di pulizie e ciò non solo perché si erano contestati inadempimenti contrattuali, ma anche perché erano state contestate richieste di somme per noi non previste e infine perché tale società non aveva provveduto a inviarci il DURC, né le buste paga dei dipendenti unitamente alla prova della liquidazione degli stipendi. Simili circostanze risultavano debitamente conosciute dalla sigla sindacale che ha diramato la lesiva  notizia. Siamo come sempre disponibili ad un incontro con la Dott.ssa Flauto per chiarire e dissipare qualsiasi dubbio in merito al rapporto con i nostri dipendenti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uiltucs: "Stipendi in ritardo all'Hotel delle Palme", ma la proprietà smentisce

PalermoToday è in caricamento