rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia

Global startup program di Dubai: Booking e Skyscanner scommettono su un'azienda palermitana

Nel Demo Day della manifestazione, Threebot Technology ha presentato "Travelino", strumento digitale pensato per facilitare ed incrementare le vendite online delle imprese turistiche attraverso il commercio conversazionale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con il Demo Day si è concluso il Global start up program a Dubai, per la seconda volta nella città degli Emirati tra gli hub più affermati a livello globale in termini di tecnologia, innovazione e imprenditorialità. Durante il percorso di 8 settimane le startup hanno potuto contare sul valido supporto di Astrolabs, prestigioso incubatore di Google con sede a Dubai che conta di un'esperienza decennale nella regione Mena.

L'obiettivo del programma intensivo è stato offrire alle startup gli strumenti in grado di affrontare le sfide dell’internazionalizzazione e le opportunità dei gruppi di investimento a Dubai, attraverso lezioni in aula, attività di mentoring, workshop, eventi di networking e pitch con gli investitori. Ed è in quest'ottica che il Demo Day finale ha visto le 12 startup innovative selezionate presentare in occasione del pitch di chiusura i propri progetti, gli obiettivi e il know-how delle rispettive tecnologie ad un pubblico di oltre 50 investitori ed esperti dell’innovazione locale.

Le startup appartengono a un range piuttosto eterogeneo di settori operativi, dall'energy ai servizi per la salute, dalla cosmetica alla blockchain. Per quanto riguarda l'intelligenza artificiale c'è la palermitana Threebot Technology, unica azieda siciliana al Global Startup Program, sviluppa software e tecnologie sfruttando i vantaggi dell’AI e dei Big Data.

Tra i suoi prodotti c'è "Travelino", uno strumento digitale pensato per facilitare ed incrementare le vendite online delle imprese turistiche attraverso il commercio conversazionale. Un'innovazione sulla quale hanno già scommesso aziende internazionali leader del settore come Booking.com e Skyscanner. Oggi questi colossi sono partners ufficiali della startup palermitana fondata in piena pandemia da Federico Lima e che in soli due anni è arrivata a Dubai.

Un brillante contingente di realtà imprenditoriali italiane, tra cui una tutta siciliana, che intendono basare la propria evoluzione su precisi pilastri come le alte competenze tecnologiche, le potenzialità della digitalizzazione e l’ingegno di giovane managerialità. Una riserva di nuovo sviluppo a cui il Global Start Up Program, promosso dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall'agenzia Ice, offre un'opportunità di valore per procedere sulla via della crescita e dell’internazionalizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Global startup program di Dubai: Booking e Skyscanner scommettono su un'azienda palermitana

PalermoToday è in caricamento